Cosa vedere a Bali


Cosa vedere a Bali

Cosa vedere a Bali, se si parte per una vacanza su questa isola incastonata tra Java e Lombok? Dipende da quanto ci si può restare, oltre che dalle personali preferenze. La cosa certa è che a Bali non ci si annoia, anzi, si lascerà questa isola con la voglia di tornarci per approfondirne la conoscenza. C’è una spettacolare barriera corallina che circonda l’intera isola e una volta a terra, ci si può rilassare sulle spiagge di sabbia bianca, non mancano poi siti storici e artistica importanti che gli amanti dello yoga non possono non visitare.



Cosa vedere a Bali: consigli

Da diversi anni, ormai, l’isola indonesiana è gettonata da vari tipi di turisti, per cui il primo consiglio prezioso è quello di prenotare per tempo. Ci arrivano sia i viaggiatori low cost sia gli amanti del lusso: non può che essere affollata e richiesta, come meta, e questo non aiuta i prezzi ad abbassarsi

Quando si pensa a cosa vedere a Bali, spiagge a parte, si pensa ai suoi svariati templi, ma anche ai campi di riso e ai vulcani scenografici. Le risaie sono forse quelle più sorprendenti, creano un paesaggio verde e decorato geometricamente ma allo stesso tempo in modo fantasioso dai canali di irrigazione creati dagli abitanti per assicurarsi che tutto il riso venga rifornito. Le migliori risaie da immortalare sono nei dintorni di Jatiluwih, Tirta Gangga e Selat, per vederle meglio serve uno scooter a noleggio per attraversare l’isola liberamente.

Cosa vedere a Bali

Cosa vedere a Bali in 7 giorni

Dei 7 giorni che si trascorrono a Bali, almeno la metà vanno trascorsi in spiaggia, per “dovere di relax”. Ci sono spiagge tropicali bianche perfette per fare snorkeling, immersioni e surf e pranzare alle bancarelle di streetfood economiche ma di qualità. Con poco tempo a disposizione, cosa vedere a Bali come templi?

Puntiamo su quello di Tanah Lot, su una piccola Isola della costa orientale di Bali, e su quello di Ulun Danu Bratan, a ovest del lago di Bratan. Mentre si gira pensando a cosa vedere a Bali, si incontrano delle spettacolari cascate, come quella di Sekumpul o di Gitgit. Per chi vuole sentirsi in un altro mondo, c’è la cascata di NungNung in mezzo al nulla.

Cosa vedere a Bali in 15 giorni

Con il doppio dei giorni, possiamo girare meglio l’isola e dedicare tempo ad altri templi altrettanto meritevoli, come quello di Pura Goa Lawah, detto “grotta dei pipistrelli”, letteralmente lo è visto che ospita dozzine di pipistrelli.
Si può anche organizzare una escursione sui vulcani Gunung Agung e Gunung Batur, non è una salita banale ma ne vale la pena a patto di avere le scarpe giuste.

Cosa vedere a Bali

Cosa vedere a Bali: spiagge

Il mare è per forza e per fortuna protagonista quando si risponde alla domanda “Cosa vedere a Bali?” perché merita davvero. Le spiagge tropicali circondano tutta l’isola e non ci si annoia mai anche se si trascorre tutta la vacanza in spiaggia e basta.

Una delle migliori è quella di Bingin, se si amano le acque azzurre e il surf, scendendo una scala piuttosto faticosa, si può scoprire anche la bellezza della spiaggia di Nyang-Nyang, un regno di tranquillità.

Cosa vedere a Bali quando piove

Se in spiaggia con la pioggia non abbiamo voglia di stare, possiamo consolarci con la cucina tipica dell’isola non solo gustandola ma anche imparandola. La città migliore dove farlo è Ubud, piena di ristoranti tipici e anche di opportunità imparare ricette e usanze della cucina asiatica e caraibica. Da assaggiare, il budino di riso nero.

Cosa vedere a Bali

Bali Safari Marine park

Gli amanti della natura, possono poi fare tappa qualche giorno al Bali Safari & Marine Park che fa parte del Taman Safari Indonesia. Vi abitano oltre 60 specie di animali provenienti da Indonesia, Africa, and India. Questa area protetta è stata premiata per la sua capacità di integrare rispetto per l’ambiente e divertimento, amore per la natura e attrattività turistica. Al suo interno si possono fare dei Safari, incontrare da vicino alcuni animali, divertirsi nella natura e anche pranzare con piatti tipici.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbe interessare:

 

Pubblicato da Marta Abbà il 14 settembre 2017