Mole Antonelliana: orari e prezzi


Mole Antonelliana

Mole Antonelliana, spicca in altezza e anche in bellezza e chi l’ha visitata lo sa, chi non lo ha ancora fatto può farlo comodamente, approfittando delle visite guidate o delle aperture straordinarie. Torinesi, strano già non la conoscano, e non torinesi, possono fare una gita apposta: resta un piacere e una occasione per vedere anche il resto della città, gustare una cioccolata oppure una intera cena con piatti di tradizione.



Mole Antonelliana: storia

La costruzione della Mole è iniziata nel 1862 grazie ad Alessandro Antonelli che l’aveva pensata come tempio israelitico. Uno stop ai lavori ne ha tardato la realizzazione cambiandone anche le caratteristiche, infatti quando si è ripreso a costruire, nel 1878, sopra la volta è spuntata una camera di granito che sorregge una lanterna a due piani e poi quel cono molto alto, dove la pianta da quadrata diventa circolare.

Si è poi conclusa anche guglia con elementi sia conici che cilindrici e una cuspide di forma piramidale a base ottagonale. Nel 1889 la Mole Antonelliana è stata terminata, con sulla guglia un genio alato, l’architetto intanto era morto e a dirigere i lavori era arrivato Costanzo Antonelli, il figlio.

Mole Antonelliana: orari

Sede del museo Nazionale del Cinema, oggi la Mole è aperta tutti i giorni dalle 9 alle 20, tranne il martedì che è chiusa e il sabato che resta aperta fino alle 23.

Va tenuto conto che l’ultimo ingresso è un’ora prima della chiusura e che esiste la possibilità di effettuare visite a piedi su prenotazione in lingua italiana e straniera per gruppi fino a 15 persone. E’ necessario fare richiesta preventivamente.

Mole Antonelliana: prezzi

Esistono varie formule di visita con rispettivi prezzi e facilitazioni, ma forniamo qui quelli più frequentemente utilizzate. Il biglietto per il museo costa dalle 10 alle 11,50 euro (al variare delle categorie) mentre se si vuole visitare il Museo ma anche salire sull’ascensore, si pagano dalle 14 alle 15,50 euro.

Prima di prenotare o addirittura pagare la visita alla Mole Antonelliana, meglio sapere che la Cupola non è adatta a chi ha difficoltà motorie, gravi difetti della vista o dell’udito, cardiopatie o patologie polmonari, claustrofobia, sindromi da disorientamento (labirintite, vertigini, ecc.). Anche i bambini troppo piccoli, di età inferiore a 6 anni, è meglio che non salgano, senza contare che le visite molto dipendono dalle condizioni climatiche, quelle della cupola. Non certo quelle del museo che non ha questo genere di limitazioni.

Mole Antonelliana: altezza

Ad oggi il più alto edificio al mondo in muratura è proprio la Mole con i suoi 163,35 metri. Effettivamente, dalle foto, già fa impressione, una impressione diversa da uno dei tanti grattacieli che ci stiamo abituando a vedere anche nelle nostre città.

Mole Antonelliana

Mole Antonelliana: ascensore

L’abbiamo già citato ma merita un paragrafo: all’interno della Mole c’è un ascensore panoramico che ci porta al tempietto sotto la guglia ed è davvero un peccato perdersi questa esperienze di salita, per il bellissimo panorama della città e delle montagne circostanti che si può godere da lassù.

Nella sua storia avventurosa, anche la Cupola ne ha viste delle belle. Ad esempio nel 1904, in agosto, un uragano ha rovesciato la statua poi sostituita da una stella. Nel 1953 è poi arrivato un temporale violento che ha abbattuto oltre quaranta metri di cuspide, a seguito di questo incidente sono state rafforzate le strutture inferiori e la Cupola è stata sostituita nel 1958-1961 da una struttura metallica rivestita in pietra.

Mole Antonelliana: foto

Mole Antonelliana

Mole Antonelliana

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Articoli correlati che possono interessarti:

Pubblicato da Marta Abbà il 31 ottobre 2017