Montesilvano: mare e dintorni


Montesilvano

Siamo in Abruzzo e siamo in una delle spiagge più belle d’Italia 2018 a detta di molti, la Spiaggia di Montesilvano. E’ piena di sole, come tutta questa costa adriatica, ma è anche un’area in cui non mancano le occasioni per divertirsi e questo la trasforma in una meta di vacanze per chi ama lo svago vivace.



La riviera adriatica è già di norma ambita da chi oltre a tuffarsi in mare, desidera gettarsi anche nella folla notturna, ad esempio, o comunque stare in luoghi non particolarmente solitari. Nel caso di Montesilvano, provincia di Pescara, possiamo contare su un buon compromesso tra contesto vivace e divertente e mare tranquillo. La spiaggia si estende per molti chilometri per cui l rischio “effetto sardina” non c’è, si può anche approfittare per lunghe e rilassanti passeggiate sul lungomare dove di affacciano molti stabilimenti balneari ma anche locali e attrazioni per grandi e piccoli.

Montesilvano è una meta per chi desidera trascorrere delle vacanze al mare in luoghi di villeggiatura organizzati e attrezzati, non troppo all’avventura, attrae infatti molto giovani ma anche famiglie con bambini piccoli o anziani..

Montesilvano: dove si trova

Per raggiungere questa località da lontano, meglio atterrare in aereo a Pescara per poi, con i mezzi, percorrere l’ultimo miglio verso questo comune che di fatto non ha nemmeno 60mila abitanti. Ci si può arrivare anche in treno, oltre che in macchina, la stazione ferroviaria è posta sulla ferrovia Adriatica e la zona è attraversata, dal 2009, da una variante ANAS alla ex “strada statale 16”.

Pur essendo di modeste dimensioni, la cittadina è divisa in Montesilvano Colle e Marina. Nel primo caso ci si riferisce al centro storico, la parte più antica e meno divertente ma molto apprezzabile dal punto di vista artistico. Vi si trovano i resti degli antichi edifici medievali, gradevoli da ammirare in una passeggiata serale. A Montesilvano Marina, prima denominata Contrada Marina, troviamo le spiagge e tutto ciò che è mare, svago, allegria e “caos.

Montesilvano: dove si trova

Montesilvano: clima

Gennaio è il mese più freddo, agosto il più caldo, secondo le serie storiche che però sappiamo non essere sempre attendibili quando si tratta di prevedere il futuro, visti gli scherzi che ultimamente ci gioca il clima. Resta il fatto che in questa parte di costa adriatica fa caldo in estate e freddo in inverno, ricordiamo inoltre che la regione Abruzzo ha anche molte montagne e appena ci si avventura nell’entroterra, le temperature scendono velocemente.

Riserva naturale Pineta di Santa Filomena

Se si parla di Montesilvano non si può non raccontare di questa area protetta, anche per non far sembrare questa meta come il regno del divertimento artificiale dove la natura non ha spazio né modo di farsi apprezzare. La presenza di questa riserva naturale lo dimostra.

La Pineta di Santa Filomena si estende per oltre 20 ettari, comprende non solo il territorio del comune di Montesilvano ma anche altri comuni in provincia di Pescara, si trova nella parte nord di questo capoluogo e ospita anche il quartiere di Villa Verrocchio. Non è grande come lo era un tempo, quando da queste parti c’era una pineta davvero molto grande, protetta da questa riserva e dalla riserva Dannunziana e che rendeva il litorale abruzzese un vero paradiso verde scuro.

Riserva naturale Pineta di Santa Filomena

Oggi questa riserva risulta invece un po’ incastrata tra aree edificate, presidia la sua vegetazione, la protegge, e per questo vale la pena di visitarla. Al suo interno c’è anche un centro di recupero dei rapaci gestito dalla Guardia forestale, immerso nei tanti pini d’Aleppo affiancati a pino domestici. C’è spazio anche per altri alberi come l’alloro ed il leccio. Gli animali che frequentano la zona sono la rondine di mare, i mignattini, il gabbiano reale ed alcuni cormorani, ci sono poi alcune specie che fanno tappa qui per la nidificazione, tra cui la cinciallegra, la cinciarella, la capinera e il saltimpalo.

Montesilvano: cosa vedere

Oltre al mare e alla natura, al terzo posto troviamo qualche edificio ed un museo che, anche se non saranno certo il motivo per cui siamo arrivati a Montesilvano, possono essere una interessante scoperta. Lo è di certo per molti bambini, o ex bambini amanti dei binari, il Museo del Treno, con tre locomotive di cui una a vapore, alcuni carri merci degli anni venti/trenta e tanti altri veicoli antiche con un fascino davvero potente.

Nella parte di cittadella vicino al mare, c’è la bella Villa Verrocchio, ottocentesca, immersa nei pini d’Aleppo. Un edificio che desta interesse in zona è quello dell’ex colonia fascista “Stella Matutina”, detta “Stella Maris”. Pur non essendo bella oggettivamente, è interessante dal punto di vista storico, per ciò che ha rappresentato. E’ stata eretta fra il 1938 e il 1939, ha una pianta a forma di aereo, è stata una colonia marina per bambini, e, successivamente, una casa di riposo per anziani.

Montesilvano: cosa vedere

Montesilvano: dove dormire

Essendo una zona molto turistica, problemi per dormire non ce ne sono se non quello di trovare posto negli hotel più comodi e attrezzati. E’ anche vero che ci sono molte alternative tra cui quella di prendere in affitto appartamenti da privati, spesso soluzione più conveniente non solo per il prezzi, In un appartamento ci si può sistemare al meglio, soprattutto se si vuole maggiore libertà e agio.

Nella zona di Montesilvano Marina non mancano certo grandi alberghi, però, e continuano ad essere molto gettonati anche per ospitare convegni nazionali e internazionali che puntano al palacongressi di recente costruzione con sala plenaria da 3000 posti.

Chi sceglie di passare le vacanze qui, porti o affitti una bici perché c’è una bella ciclabile che percorre tutto il lungomare e si collega con la ciclabile della confinante Pescara per regalare ai turisti come ai residenti un bel percorso all’aria aperta per gite e scampagnate. Montesilvano è una meta ottima per vacanze in Abruzzo con i bambini o per chiunque, anche da solo, voglia tuffarsi nel mare di Abruzzo

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 4 luglio 2018