5 trucchi per risparmiare in vacanza


Ci credete? Un mese in vacanza potrebbe costare meno di un mese a casa! Questa affermazione può essere vera se seguite i nostri consigli per risparmiare in vacanza

Costo della vita
Iniziamo con la scelta della meta. Non vi diremo dove andare, in questo articolo vi abbiamo già parlato delle destinazioni più economiche… piuttosto vi diremo dove NON andare. Escludete gli Stati Uniti e tutto il Nord d’Europa. E’ dura da mandare giù ma bisogna ammetterlo: le nazioni più sviluppate richiedono un maggiore impegno economico. Non parliamo solo dei soldi per l’alloggio o del vitto, tram, taxi, musei, biglietti vari… in alcune nazioni tutto diventa troppo costoso. Un viaggio nel Sud Est Asiatico o nell’America Centrale può fare al caso vostro. Il costo della vita in queste zone è molto più basso rispetto a quanto siamo abituati qui in Italia.

Il Partner
Chi viaggia in famiglia deve accollarsi le spese di partner e bambini ma chi viaggia con la compagnia giusta finirà per pagare tutto al 50%. Ciò non influenzerà i costi per i pasti ma di certo influenzerà positivamente sia l’alloggio sia il trasporto locale.

Il cibo
Meglio non pranzare in un grande ristorante, nel fast food all’angolo ed è meglio evitare anche McDonald’s. Nei paesi in via di sviluppo i ristoranti tipici che offrono cucina locale hanno prezzi più che accessibili, al contrario dei ristoranti situati nelle località turistiche. Il consiglio consiste nel guardarsi intorno e battere dei sentieri nuovi.

Il volo
Per raggiungere una destinazione lontana, l’aereo potrebbe essere il mezzo più conveniente ma la spesa del biglietto potrebbe avere un grosso impatto economico sul vostro budget. Per risparmiare sul volo date un’occhiata a questa guida, mentre se avete scelto una destinazione raggiungibile in traghetto, effettuate il confronto di tariffa e valutate l’opzione di trasportare la vostra auto privata: con il passaggio ponte, se siete almeno in 2, il risultato potrebbe essere conveniente.

Comunicazione
Per comunicare con casa-madre, dall’estero, o si acquista una sim locale oppure si utilizza internet puntando a reti wi-fi gratuite. Scordatevi i piani tariffari ad hoc offerti dalle compagnia italiane… sono dei veri vampiri!

Pubblicato da Anna De Simone il 13 dicembre 2013