Tunisia, le spiagge e i siti archeologici


Tunisia, situata nella parte più settentrionale dell’Africa, vanta un turismo molto alto; le spiagge rappresentano l’attrazione principale di tutta la Tunisia anche se non sono trascurabili alcuni siti archeologici di fama mondiale. Raggiungere questa nazione è decisamente semplice, ma è bene che sappiate che le regole negli aeroporti di questa nazione sono un po’ diverse rispetto a quelle applicate in Occidente.
La Tunisia non è solo spiaggia e sole, essa infatti nasconde moltissime meraviglie nelle sue città e nei villaggi tradizionali. A tal proposito, ecco quali sono le spiagge più belle e i siti archeologici da visitare in Tunisia.

Tunisia, le spiagge

  • Mahdia, città di mare tradizionale con delle bellissime spiagge, è una delle principali località turistiche d’estate.
  • Le spiagge di Hammamet sono le più popolari di tutta la Tunisia, qui la sabbia è bianca e la temperatura dell’acqua è calda. Luogo ideale per praticare le immersioni.
  • Monastir è una delle città più rinomate della Tunisia e vanta una vasta gamma di hotel e un aeroporto internazionale che riceve centinaia di voli ogni giorno. Le sue spiagge sono la sua principale attrazione.
  • Tunisi, capitale della città vanta spiagge bellissime e attrezzatissime; tra le spiagge più consigliate troviamo La Goulette e Pedruchillo, quest’ultima è considerata un vero e proprio centro ecologico, per via della vegetazione fitta che la circonda.
  • L’isola di Djerba è considerata la località turistica per eccellenza di questa nazione, per via dei molti lidi che si sviluppano lungo la costa.

Tunisia, siti archeologici

  • Il Colosseo romano di El Jem, è un anfiteatro situato nel centro della città di El Jem; fu realizzato per gare di gladiatori e le lotte tra persone e animali. Inoltre, il Colosseo è famoso per la sua antichità, è stato costruito circa 1700 anni fa.
  • L’antica città romana di Sbeitla è definita l’eredità romana più importante in Tunisia. Alcuni dei suoi templi, costruiti secoli fa, sono rimasti intatti nonostante il passare degli anni.
  • Le rovine della città di Cartagine è quello che resta della grande città di Cartagine.

Pubblicato da Anna De Simone il 14 dicembre 2013