Vacanze Epifania low cost


Vacanze Epifania low cost

Vacanze Epifania low cost, per cogliere un po’ last minute l’occasione di partire, prima che le ferie legate al Natale e al Capodanno terminino e ci lascino in pasto alla feroce quotidianità lavorativa. Aggrappati all’ultimo lembo di vacanze concesse, possiamo sempre spaziare nel mondo e cercare dove trascorrere la festa della Befana, tra tradizione, arte, cultura, divertimento. Al caldo o sulla neve.



Vacanze Epifania low cost in Italia

Se non ne abbiamo abbastanza della nostra Bella Italia, possiamo visitarla nuovamente alla ricerca delle tradizioni legate all’Epifania e alla figura della vecchina detta Befana. Regioni come la Toscana e l’Emilia Romagna propongono ad esempio spettacoli affascinanti come il falò della vecchia, rappresentata da un pupazzo di stracci, che prende fuoco in piazza dopo un giro in carro.

Anche nella capitale, la Befana è protagonista di riti come quello che prevede venga appesa alla finestra: chissà se qualcuno lo fa ancora? Si può andare a verificare e approfittarne per un giro a Roma, meta semplice e sempre gradita per delle Vacanze Epifania low cost.

Se invece miriamo al Veneto, ricco di preziose città da visitare come Padova, Verona e Vicenza, se non Venezia, non perdiamo l’occasione di partecipare al “panevin”, un rogo che si vanta di poter cancellare i lati negativi dell’anno appena concluso, spingendoci verso nuovi orizzonti, mentre lui fa scintille. Se non lo troviamo in Veneto, proseguiamo in Friuli Venezia Giulia: verremo premiati dei km in più con un bicchiere di vin brulé e un pezzo di focaccia tipica.

Vacanze Epifania low cost

Una meta perfetta per Vacanze Epifania low cost è Faenza, in provincia di Ravenna, a patto di arrivarci il 5 gennaio, in tempo per la Nott de’ Bisò, con il fantoccio detto “Niballo” fatto bruciare, mentre noi gustiamo il bisò è vin brulé, con Sangiovese e spezie.

Nella stessa notte a Montescaglioso, nella zona di Matera, si festeggia la “Notte dei Cucibocca”, curiosa tradizione che può trasformare le Vacanze Epifania low cost in una esperienza quasi stregata. Il nostro Paese è costellato di tradizioni e di spettacoli e, in ogni regione, potremo andare alla scoperta di modi di festeggiare la Befana ben diversi dalla classica calza di dolciumi. Le Vacanze Epifania low cost sono un’ottima scusa per vedere sotto una nuova luce, il nuovo anno italiano.

Vacanze Epifania low cost in Europa

E’ difficile trovare un paese così ricco di storia e di tradizioni come il nostro. Senza fare paragoni, ma varcando il confine con animo curioso, possiamo arrivare in Spagna dove invece della festa della Befana, c’è quella dei Re Magi – la Cabalgata de los Reyes.

Nulla di grave, trascorreremo comunque delle splendide Vacanze Epifania low cost, suggestive e saporite. A proposito di sapori, in Francia, per l’Epifania, tra tutti prevale quello della “Galette des rois”, torta di mandorle in cui si nasconde una piccola fava, una sola, e chi la trova, è incoronato re o regina. Purtroppo solo per un giorno.

Le Vacanze Epifania low cost  in Germania, sono sempre dedicate ai Re Magi e lo stesso vale per Romania ed Ungheria, dove c’è ancora l’usanza, da parte dei bambini, di bussare alle porte chiedendo di entrare per raccontare delle storie, in cambio di monetina o dolcetto.

Vacanze Epifania low cost

Vacanze Epifania low cost al caldo

Anche dopo Capodanno, le mete dove si possono trascorrere vacanze al mare in inverno restano valide. Scegliamo quella che più ci convince e trascorriamo lì le nostre Vacanze Epifania low cost.

Vacanze Epifania low cost in montagna

Sulle Alpi c’è un’offerta di mete per sciare anche alla Befana e le Vacanze Epifania low cost possono essere l’occasione per fare tabula rasa prima di tornare in ufficio o tra i banchi. Neve, bianco, freddo, buon cibo e buon vino, calore di amici e parenti che abbiamo affianco, ben scelti, per iniziare il 2017 low cost ma di alta qualità.

Vacanze Epifania low cost

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest

Potrebbero interessarti anche

 

Pubblicato da Marta Abbà il 9 dicembre 2016