Visitare Milano in un giorno


Visitare Milano in un giorno

Visitare milano in un giorno significa concedersi un assaggio di questa città che ogni mese cresce e si evolve, sorprendendo non solo i turisti ma anche gli stessi cittadini. Cambia il suo skyline, cambiano le sue strade e le mostre ospitate dai musei. Cambiano le vetrine dello shopping ed i numerosi eventi che animano strade e locali, ma anche spazi pubblici. Visitare Milano in un giorno quindi, può essere un modo per “tastare” l’aria che tira, per conoscerla a rate. Chi non abita lontano, spesso, sabato o domenica, può organizzarsi e fare una capatina. Volta dopo volta, la visiterà tutta, ma Milano saprà cambiare e rendersi nuovamente sorprendente.



Visitare Milano in un giorno: cosa vedere

Per indirizzare i turisti giornalieri, in una città così grande, è meglio dividerli per settori di interesse. Chi ama l’arte, può puntare su Brera, su Palazzo Reale e sul Museo del Novecento, un trio che già vale un viaggio, anche dal tacco e dalla punta del Paese. Se si vuole variare, ci sono altri luoghi dell’arte da non perdere: il Mudec, il Pac e la Triennale che accoglie sempre anche mostre a ingresso libero, con un bar vivace.

Per chi ama lo shopping, Visitare milano in un giorno significa precipitarsi nel quadrilatero della moda, partendo da via Montenapoleone, se il budget lo permette, altrimenti meglio passeggiare in ripa di porta Ticinese, fino alla Darsena e ai Navigli, oppure in via Torino, per le marche più giovani e note.

Per chi vuole fare un giro panoramico con il naso all’insù, in chiave moderna, piazza Gae Aulenti è il posto giusto, da cui raggiungere in metro, il quartiere di Citylife. Architettura, ma più storica che innovativa, quella del Duomo e di chiese come San Simpliciano e Santa Maria delle Grazie con il Cenacolo affianco, da prenotare per tempo.

Visitare Milano in un giorno

Visitare Milano in un giorno a piedi

Ogni giorno passeggiare e visitare Milano in un giorno è più fattibile, grazie alle isole pedonali create e creative. La Darsena e la zona dei Navigli, a piedi sono molto gradevoli, sia in inverno che in estate, nella bella stagione, anche immergersi nel Parco Sempione passando dal Castello Sforzesco all’Arco della Pace, è uno spettacolo.

Più intima e romantica, una passeggiata a Brera, tra piccole strade curiosamente popolate, da cartomanti e milanesi eleganti, mentre qualche pittore ritrae facciate.

Visitare Milano in un giorno: dove mangiare

Per Visitare Milano in un giorno è meglio pranzare con qualcosa di veloce e c’è l’imbarazzo della scelta tra i numerosi take away o locali in cui prendere qualcosa al volo. Ce ne sono di classici e di curiosi, etnici, vegani, dedicati al pollo fritto o alle patatine fritte, come anche alla pizza o alle piadine.

Per qualcosa di orientale, via Sarpi, per Kebab e simili, nei pressi della stazione centrale e un po’ ovunque. Per chi vuole mangiare e godersi anche una bella vista, un bar che si affaccia su piazza Duomo o su piazza dei Mercanti è il top, ma i prezzi cambiano.

Visitare Milano in un giorno

Per la cena, se vogliamo mangiare bene ma anche guardare Milano, scegliamo il ristorante sulla terrazza della Triennale, Osteria con Vista, oppure la pizzeria i Dodici Gatti, con vista in Galleria Vittorio Emanuele per poi fare due passi verso piazza della Scala, sognando di vedere, un giorno, la prima, ai primi di dicembre. Piatti tipici, all’Osteria del Treno, a due passi dalla Stazione Centrale.

Visitare Milano in un giorno con bambini

Ci sono tappe fisse quando si va a Visitare Milano in un giorno con bambini e la prima dell’elenco è il Muba, il museo che la città ha dedicato ai bambini, nella Rotonda della Besana. In piazza San Babila, tappa al negozio della Lego, un paradiso per grandi e piccoli. Se c’è bel tempo, non perdiamoci un giro nel Parco Sempione sbucando affianco alla Triennale che è sempre attenta anche ai baby visitatori come lo è anche il Mudec.

Visitare Milano in un giorno

Visitare Milano in un giorno: dintorni

Se arrivando in città per Visitare milano in un giorno, o tornando verso casa, vogliamo dare una occhiata ai suoi dintorni, ci sono tre mete interessanti perché capitare a Milano senza essere consapevoli di sfiorarle, sarebbe un peccato.

Una è l’Abbazia di Chiaravalle, ancora nei confini della città, e poi c’è un’altra Abbazia, quella di Viboldone, nei pressi di San Giuliano Milanese, uno dei più importanti complessi medievali della Lombardia. Più lontano ma se arrivate da quella direzione, non perdetela, è la Centrale Idroelettrica Taccani di Trezzo sull’Adda, storica e interessante.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest

Potrebbero interessarti anche

Pubblicato da Marta Abbà il 13 dicembre 2016