Viaggiare in moto in estate


viaggiare in moto in estate

Viaggiare in moto in estate: consigli per viaggiare in moto in estate senza lasciare nulla al caso. Organizzare un viaggio in moto pronti per affrontare il caos e il caldo estivo. 


In questo articolo troverete una serie di consigli utili per organizzare un viaggio in moto in piena estate. Con gli stessi consigli sarete in grado di viaggiare in moto in Italia o in Europa!

Meglio non farlo in gruppo, solo per questa volta!

Lo so che i raduni di motociclisti sono la vostra passione e appena vedete un paio di moto volete confrontarvi ma… in estate, meglio non muoversi in branco! Mi è capitato di essere l’ultima di un gruppo di una decina di Harley, era inizio luglio e la temperatura era di 36 °C, l’ondata di calore lasciata da quelle bestie (le Harley) mi ha ulteriormente distrutta, anche dopo essermi distaccata dal “branco” vedevo Harley all’orizzonte anche se non c’erano! Il calore mi aveva letteralmente fusa!

Attenzione ai colpi di calore: fattevi aiutare dall’equipaggiamento

Regalate acqua al vostro corpo anche se pensate che non ne ha bisogno. Prestate attenzione ai colpi di calore: quando sta per arrivare un colpo di calore, il vostro corpo vi manda dei segnali espliciti. Prestate attenzione a seguire e soprattutto assecondare le esigenze del vostro corpo. Fermatevi ogni qual volta ne avete bisogno senza mettervi a dura prova, in fondo è una vacanza… è bellissimo macinare chilometri su chilometri ma deve essere un viaggio piacevole, non un’impresa da Leoni!

In questo contesto, fatevi aiutare dall’equipaggiamento e comprate una giacca di raffreddamento… sì sì, un giubotto realizzato con tante piccole perle che trattengono acqua: l’umidità forma uno strato di raffreddamento a stretto contatto con la pelle. Se non sapete dove comprarlo, provate a digitare “cooling vest motorcycle” su google shopping o in qualsiasi ecommerce internazionale. Il prezzo si aggira intorno ai 30 euro. Io, il mio, lo presi al Wall Mart in Florida e lo pagai solo 15 dollari.

Controllate le condizioni delle strade da percorrere

Informatevi sulle condizioni del traffico e sulla qualità della strada. Tenete presente che in estate il bitume dell’asfalto risulta particolarmente scivoloso. Il suolo arido diminuisce l’attrito  e così aumentano le distanze per le frenate, cosa fare? Dovreste mettere un pizzico di prudenza in più in curva e aumentare le distanze di sicurezza con il veicolo che vi precede… sì, le distanze di sicurezza esistono anche per i motociclisti. Siamo in molti a ignorarlo ma è così!

 Viaggiare in moto in Europa

Se viaggiate in moto per l’Europa, informatevi sul codice della strada locale. Per esempio, in Germania molte autostrade sono prive di limite di velocità (che sogno!) ma in Francia se vi pizzicano con n dispositivo che vi rileva tutor e autovelox scatta una multa salta. Ancora, in alcuni paesi europei è obbligatorio viaggiare in moto con un kit di pronto soccorso a bordo del veicolo. Nell’ultimo paragrafo dell’articolo Cassette di pronto soccorso, cosa devono contenere, sono elencati i Paesi dell’Europa in cui è obbligatorio il kit a bordo.

Mappe e GPS

Preparate l’itinerario in anticipo così da informarmi sulle condizioni meteo, temperature reali e percepite (in base al tasso di umidità). I dispositivi GPS collegati alla moto sono una fonte di distrazione per il pilota, quindi cercate di usarle con molta prudenza: guidare in una strada sconosciuta non è il top. Assicuratevi di usare mappe GPS aggiornate e affidatevi a Google Maps. So che è quasi impossibile ma cercate di usare il GPS quando non guidate oppure di sfruttare la voce audio collegando lo smartphone o il GPS al vostro casco con un buon dispositivo bluetooth :))) Anche in questo caso l’equipaggiamento giusto può fare la differenza.

Altri consigli per viaggiare in moto:

Ti potrebbe interessare anche

Luglio a Miami

Pubblicato da Anna De Simone il 29 aprile 2016