Viaggio in Tibet


Per una vacanza ad hoc nel cuore dell’Oriente non deve mancare un viaggio in Tibet! Nell’articolo troverai le mete consigliate e tutte le informazioni per andare in Tibet.

Come raggiungere il Tibet
Non ci sono voli diretti dall’Italia con destinazione Tibet. È raggiungibile solo facendo tappa a Kathmandu in Nepal o a Chengdu in Cina. Ci sono voli interessanti offerti da Qatar Airways con 2 voli settimanali Roma/Milano-Pechino via Doha. Poi si può proseguire da Pechino a Chengdu e da Chengdu a Lasha (due voli giornalieri ) con China Air.
Al momento dell’acquisto del biglietto aereo è necessario essere in possesso del visto per la Cina. Il costo del biglietto complessivo Roma-Lhasa è di circa 1100-1300 euro a/r. (tariffe ordinarie).

GUARDA LE FOTO DEL TIBET

Viaggio in tibet, cosa vedere
La prima tappa obbligatoria è Lhasa, la capitale del Tibet, verso cui vengono organizzati numerosi pellegrinaggi. Da visitare il Potala, la vecchia sede del governo e luogo di sepoltura dei Dalai Lama. È diventato un museo aperto a tutti, vi consiglio di vedere  “La Tomba del 13° Dalai Lama” o “La Cappella dei Mandala Tridimensionali”. Altra cosa da vedere a Lhasa è il Jokhang, cattedrale piena di ricchezze e splendori tibetani come le statue dei Buddha, di Avalokitesvara e di tante altre divinità e santi tibetani.
Dopo Lhasa, imperdibile è la regione del versante tibetano dell’Himalaya. Qui gli  amanti del trekking potranno godere di una vista mozzafiato.
Merita una visita anche Gyantse, una delle città tibetane meno influenzate dalla Cina e dal suo governo, qui trovi lo Dzong, un forte che sovrasta il villaggio e il Monastero di Palkhor.

Viaggio in Tibet, informazioni utili

  • Al momento dell’acquisto del biglietto aereo è necessario essere in possesso del visto per la Cina
  • La differenza è di 7 ore in più rispetto all’Italia, 6 ore quando vige l’ora legale
  • La lingua ufficiale è il cinese
  • La moneta ufficiale è quella cinese ossia il Renminbi. 1 Euro = 10,95 Renminbi(Yuan)
  • Per entrare nel Tibet è necessario il passaporto valido con qualche pagina bianca e il visto cinese
  • Per il visto è necessario presentare il passaporto, copia del biglietto aereo di a/r, una dichiarazione di prenotazione di servizi in Cina ( basta anche quella relativa a una sola notte).

GUARDA LE FOTO DEL TIBET

Nella foto in alto, il monastero buddista tibetano di Gandan (Gandantegchinlen Khiid). Fondato nel 1835, venne chiuso dai comunisti nel 1938 per poi essere riaperto nel 1944. Da allora è rimasto l’unico monastero in funzione in tutta la Mongolia Popolare.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 10 maggio 2013