Vaccinazioni Nepal


vaccinazioni nepal

Vaccinazioni Nepal, obbligatorie o consigliate, da non dimenticare assieme alle varie raccomandazioni in merito ad un viaggio in questo meraviglioso Paese che ci porta ad alta quota e ad affrontare anche delle situazioni fisiche di sforzo. Se facciamo trekking, certo, ma anche se vogliamo visitare luoghi meno affollati e da immortalare suscitando grandi invidie.



Vaccinazioni Nepal consigliate

Tutte le informazioni aggiornate sono sempre disponibili sulla sezione dedicata alle vaccinazioni Nepal del sito del Ministero degli Esteri, possiamo in alternativa rivolgerci agli uffici delle ASL anche per capire in quali condizioni sanitarie viaggeremo.

La vaccinazione per l’Epatite A è da molti considerato indispensabile, una volta fatto vale dieci anni, questa malattia viene trasmessa anche tramite acqua contaminata. Consigliato anche il vaccino per il tifo, nella regione himalayana del Nepal è possibile contrarlo.

Anche se di meningite, sono stati al momento segnalati solo casi sporadici, di quella da meningococco, ci sono medici che ritengono opportuno effettuare questa vaccinazione, meglio valutare di volta in volta consultando il proprio medico. Per quanto riguarda il tetano e la difterite, i rispettivi vaccini sono di solito effettuati come normale protezione, ad ogni latitudine.

vaccinazioni nepal

Vaccinazioni Nepal da valutare

Per l’Epatite B esiste il vaccino ma questa malattia è prevenibile, considerando che si trasmette attraverso pratiche sessuali non protette o sangue e derivati contaminati. La vaccinazione Nepal per il colera non è tra quelle raccomandate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, a noi valutare il da farsi anche rispetto al genere di viaggio che abbiamo in programma.

Per i vaccini per Poliomielite, Morbillo, Parotite e Varicella, meglio consultare il medico, lo stesso vale per la vaccinazione anti-Rabbia: il rischio di contrarla è minimo, soprattutto nelle aree dove si fa trekking. Anche il rischio Malaria non è alto, anzi, è basso a Kathmandu o nelle aree dove si svolgono i trekking, se vogliamo essere più sereni possiamo utilizzare un repellente come l’Autan per evitare di essere sgradevolmente punti dalle zanzare che possono infettarci.

vaccinazioni nepal

Vaccinazioni Nepal e precauzioni generali

Prima di partire per il Nepal è bene informarsi sul tipo di ambiente e di viaggio che ci aspetta, soprattutto se la nostra vacanza prevede molti giorni di trekking. Chi soffre di problemi cardiaci o polmonari, o di anomalie della pressione sanguigna, o di patologie croniche, deve sottoporsi a una visita medica prima di partire. Lo stesso vale per gli anziani e i bambini, e per chi soffre di asma, se i tragitti di cammino sono impegnativi.

Vaccinazione Nepal per vedere…

Il Nepal è un Paese per cui vale la pena di vaccinarsi e partire. Partendo da Kathamandu, suggestiva e affascinante, questa terra è una continua scoperta e le immagini anche se meravigliose, che girano in cartolina, non riescono a render giustizia allo spettacolo che ci aspetta quando visitiamo questa terra di persona. Visitata questa citta, perdendosi in viuzze e mercatini, possiamo esplorare il territorio circostante.

Nell’estremità occidentale, troviamo il Swayambhunath, il Tempio delle Scimmie, e l’immenso stupa di Bodhnath, uno dei più grandi del mondo. Uno dei siti indù più venerati di tutto il Nepal è Pashupatinath: sorge lungo il sacro fiume Bagmati e ogni giorno nei suoi pressi vanno in scena riti come la cremazioni dei defunti, le preghiere e i bagni di purificazione.

vaccinazioni nepal

Vicina alla capitale troviamo Patan, patrimonio Unesco, una delle città più antiche del Nepal, da visitare senza scordarsi Darbar Square. A Sud di Kathmandu ci sono Bakthapur, antico villaggio medievale con tocchi di modernità, Pokhara con un bel lago e la Pagoda della Pace, e la funicolare di Manakamana per raggiungere l’omonimo antico tempio, sede di sacrifici in onore della dea Kalì.

Per chi ha ancora tempo, altre tappe consigliate sono Bandipur, micro-villaggio circondato da colline verdeggianti, e Lumbini, da girare in bicicletta per raggiungere la pietra dove si dice sia nato il principe Siddharta.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+, Instagram

Articoli correlati che possono interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 31 marzo 2017