Altopiano delle Rocche: hotel


Altopiano delle Rocche

Altopiano delle Rocche, una meta delle tante per chi trascorre le vacanze in Abruzzo e ha voglia di camminare, di respirare aria pura ed immergersi nella natura facendo sport e visitando borghi in cui ancora è possibile respirare una atmosfera da fiaba. Benvenuti in Abruzzo e benvenuti sull’altopiano delle Rocche. Non è difficile arrivarci, non è facile non innamorarsene.



Altopiano delle Rocche Abruzzo

Regione di montagna ma anche di mare, l’Abruzzo ospita anche questo altopiano, costituito da tre verdi distese: Piano di Ovindoli, Prata di Rocca di Mezzo e Campo di Rovere. In queste aree “meno frequentate” i turisti più curiosi e avventurosi vengono premiati con scorci sui monti vicini che ospitano specie animali protette tra cui l’orso marsicano, il camoscio e i caprioli.

Per chi ama la natura, tutto l’Abruzzo è da visitare a piedi, passando e passeggiando tra i suoi parchi che sono tra i più belli e famosi nel mondo. Mi riferisco al Parco Nazionale del Gran Sasso, ma anche al Parco Nazionale d’Abruzzo, a quello della Maiella e al Parco del Sirente-Velino.

Altopiano delle Rocche

Altopiano delle Rocche: hotel

Chi pensa che in questi luoghi per dormire ci si debba accontentare di strutture poco confortevoli si sbaglia di molto perché proprio nei pressi dell’Altopiano delle Rocche, a solo 500 metri dal centro di Rocca di Mezzo, sorge il Grand Hotel delle Rocche. Qui i visitatori possono contare di trovare una piscina coperta riscaldata, un parcheggio gratuito e camere con bagno interno e pavimenti in moquette.

Tutte le camere sono con vista sul Monte Rotondo e sulla foresta e la posizione è perfetta anche per chi ama sciare. Questo hotel è infatti a meno di 8 km dalle piste sciistiche di Campo Felice e di Ovindoli, a 30 km da L’Aquila e 45 km da Campo Imperatore.

Altopiano delle Rocche: Rocca di Mezzo

Questa località è situata nel “cuore” dell’Altopiano delle Rocche ed è a tutti gli effetti una delle più note grazie alla presenza delle rovine dell’antico Castello di Rovere. Tra i borghi dell’Altopiano delle Rocche da visitare troviamo anche Ovindoli, frequentato anche in inverno da chi vuole fare due passi dopo una sciata, e alcuni comuni che fanno parte del Parco Sirente-Velino. Se siamo nei paraggi, diamo una occhiata al borgo medievale di Rocca di Cambio, il comune più alto dell’Appennino, situato a 1434 mt, a Celano, borgo medievale che ci affascinerà con un imponente castello.

Altopiano delle Rocche

Altopiano delle Rocche: mappa

Per arrivare all’Altopiano delle Rocche si deve passare dai monti della Duchessa oppure da Celano, attraverso la A24 con uscita alla Valle del Salto, c’è anche la possibilità di utilizzare la A25 uscendo a Sulmona e arrivando dal versante nord del Sirente

In questa area molto selvatica e verde, troviamo il gruppo del monte Velino (2487mt), il Sirente (2350 mt) e l’altopiano delle Rocche (1350 mt) che assieme creano una zona in grado di attirare molti amanti della natura e degli sport all’aria aperta.

Altopiano delle Rocche

Altopiano delle Rocche: prezzi

I prezzi dipendono dalla stagione, ci sono zone dell’Altopiano delle Rocche che attirano persone in inverno e in estate, altre solo in estate e al massimo in primavera quando arriva la bella stagione e si possono fare gite fuoriporta.

Con il bel tempo, questa area diventa meta per i bikers più esperti che vi trovano anche percorsi di difficoltà medio-alta, opportunità di divertimento anche per appassionati di alpinismo, trekking, equitazione. Se viaggia con la famiglia, meglio dare una occhiata anche ai pacchetti vacanze nella natura che possono offrire sconti interessanti.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 23 gennaio 2018