Come muoversi a Venezia


Muoversi a Venezia può essere un’esperienza unica? Senza dubbio si rischia di perdersi nella magica atmosfera delle stradine strette, dei campi variopinti e dei ponti suggestivi. Per la sua particolarità di svilupparsi sulla terraferma e sulla laguna, Venezia dispone di un efficiente sistema di trasporti sia per via terra che per via laguna in grado di soddisfare qualsiasi necessità di collegamento pubblico o privato.

Come muoversi a Venezia. Vaporetto dell’Arte
Questo servizio di linea sul Canal Grande è dedicato a coloro che desiderano visitare la città in modo originale e in pieno relax. Vaporetto dell’Arte dispone di servizi multimediali di bordo quali approfondimenti audio e video sulla città lungo il percorso effettuato.

A bordo, in distribuzione gratuita, un welcome kit comprensivo di una guida cartacea con la sintesi del percorso e le principali informazioni sulle istituzioni partner, nonché le agevolazioni da esse riservate ai clienti “Vaporetto dell’Arte”.
Con il vaporetto dell’Arte si possono raggiungere i principali punti di interesse storico-artistico, le principali sedi museali e le mostre stando comodamente seduti e immersi in un’atmosfera rilassante.

Nell’arco di validità del biglietto, i turisti potranno salire e scendere a piacimento (sistema hop on/hop off) fermandosi a visitare musei, monumenti, teatri ed esposizioni tra oltre 20 prestigiose sedi del patrimonio artistico e culturale veneziano.
I biglietti si acquistano presso le biglietterie agenzie Hellovenezia e rivenditori autorizzati. Il biglietto costa 24,00 euro con validità 24 ore dalla prima validazione. Per tariffe ridotte e altre informazione visita il sito.

Come muoversi a Venezia. I mezzi pubblici nella terra ferma
Mezzi Actv: i biglietti a tempo sono la soluzione più economica per chi voglia spostarsi a Venezia e nei suoi dintorni con i mezzi pubblici Actv. Essi consentono un numero illimitato di viaggi e sono utilizzabili su tutti i mezzi di trasporto delle linee di navigazione e terrestri, Rete Urbana Mestre (esclusi viaggi da o per l’aeroporto Marco Polo) e bus che effettuano corse urbane nel Comune di Venezia.

E’ compreso nel prezzo il trasporto di un bagaglio la cui somma delle tre dimensioni non superi i cm. 150.
Si acquistano presso le biglietterie/agenzie Hellovenezia presenti nel Centro Storico e in terraferma e presso la rete dei rivenditori autorizzati che espongono l’adesivo Actv.

Come muoversi a Venezia nella laguna
Oltre alle normali reti di trasporto pubblico urbano, vi è un’ampia gamma di mezzi, differenziati a seconda delle esigenze.
Vaporetti vengono utilizzati nelle linee interne urbane che percorrono il Canal Grande. Hanno una capienza di circa 250 persone.
Motoscafi vengono utilizzati nelle linee urbane di circumnavigazione per la loro superiore velocità e minore altezza dato il passaggio sotto ponti bassi. Hanno una capienza di circa 150 persone.

Battelli foranei vengono utilizzati nei collegamenti minori e maggiori con le isole. Hanno una capienza di circa 250-350 persone.
Motonavi vengono utilizzate nei collegamenti maggiori con le isole per la loro alta capacità e funzionalità in ogni condizione atmosferica grazie ad apparati radar. Hanno una capienza di circa 1200 persone. Sono gli unici mezzi abilitati a navigare nei canali maggiori con forte nebbia.

Ferry boat vengono utilizzati per il trasporto di autoveicoli e autotreni, circa 70, da e per l’isola del Lido. Tra il Lido e l’isola di Pellestrina vi è un’ulteriore spola di ferry con ridotte capacità, circa 40 mezzi, che lavora all’unisono con la linea di autobus che percorre interamente le due isole. Tali mezzi acquei dispongono di approdi, i cosiddetti pontili, costituiti da pontoni galleggianti ormeggiati a robuste palificazioni e collegati alle rive tramite passerelle: ne esistono quasi un centinaio di vario genere e grandezza sparsi per la città e la laguna.

Se vuoi scoprire gli angoli più nascosti di Venezia il modo migliore per muoversi è a piedi. E’ consigliato avere con sé una mappa dettagliata del centro storico altrimenti si rischia di perdersi. Ricordiamo che sui muri di numerosi edifici, sono stati affissi dei cartelli gialli con le indicazioni dei più importati monumenti quali San Marco, Rialto, Accademia e dei due punti di arrivo e di partenza da e per Venezia, Piazzale Roma e la Stazione del treno.

Pubblicato da Anna De Simone il 27 luglio 2012