Peterhof, Russia: musei e giardini


peterhof russia

Siamo in Russia, a circa 30 chilometri da San Pietroburgo, per visitare un interessante complesso storico ed architettonico: Peterhof. E’ noto anche come la “Versailles Russa”, questo ci lascia immaginare la sua bellezza e la sua sontuosità. E’ patrimonio dell’UNESCO e, a sentire chi ci è andato, è un luogo che merita assolutamente una visita accurata. Non è affatto scomodo arrivarci e si possono anche acquistare i biglietti on line per non rischiare di fare lunghissime code all’ingresso.



Petergof: descrizione

Il complesso Peterhof è formato da un insieme di palazzi e giardini che si trovano nel golfo di Finlandia. Si tratta di edifici che sono stati residenza degli zar fino al 1917 e che nel 1918 si è trasformato in museo. Durante la Seconda Guerra Mondiale è stato occupato e distrutto dalle truppe tedesche ma fortunatamente è stato possibile recuperarlo e salvarlo, con un lungo e impegnativo lavoro di restauro.

Peterhof non è il nome del complesso ma quello della città. Nota anche come Petergof, si tratta di una cittadina situata nel distretto Petrodvortsovy di San Pietroburgo sulla sponda del golfo di Finlandia. Sicuramente il complesso di cui stiamo parlando, la Versailles Russa, è ciò che la rende famosa nel mondo ed è facile identificarla con esso.

Creato per desiderio di Pietro il Grande, il complesso di Peterhof è costituito dal cosiddetto Gran Palazzo, in puro stile barocco, ma la vera bellezza sta nelle fontane e nei giardini, e nei palazzi che potrebbero sembrare secondari, più piccoli e meno appariscenti ma di gran gusto. Oggi sono in buono stato e ospitano dei musei.

Peterhof: musei

Tra i musei ospitati in questo complesso troviamo The Museum of Collections, The Museum of Playing Cards, assieme a molti altri, Per quanto riguarda i palazzi, invece, tra i più noti c’è il Gran Palazzo, situato nel cuore di Peterhof e vecchia residenza estiva degli zar russi. Sotto questa costruzione imponente c’è la cosiddetta Gran Cascata e attorno c’è un gran bel parco costellato di altri palazzi come il Palazzo del Contadino, il Palazzo Marly, il Palazzo Cottage, Church Wing.

peterhof russia

Petergof: giardini

Il verde, a Peterhof, non ricopre certo un ruolo marginale perché qui possiamo trovare dei giardini ben tenuti e molto vari, con fontane, piante e interessanti architetture. Partiamo la nostra visita in esterno dal parco superiore, all’entrata del parco. Questo spazio verde è composto da cinque fontane spettacolari e gratis da vedere.

Nel parco inferiore, più spettacolare, si entra pagando ma ne vale senza dubbio la pena. In questo giardino sono ospitati diversi palazzi e costruzioni ma soprattutto il complesso di fontane più grande al mondo, vasto oltre 100 ettari. E’ un vero paradiso, soprattutto per i bambini che si divertiranno un mondo a visitarlo, ammirando in particolare la Gran Cascata e la fontana di Sansone e raggiungendo le fontane ludiche adatte a loro.

Se riusciamo, visitiamo questo parco in tarda mattinata perché alle 11, in estate, si può partecipare alla cerimonia di accensione del più famoso complesso di fontane, la grande cascata, che si estende dalla facciata nord del Gran Palazzo fino al canale che comprende 64 fontane diverse e più di 200 statue di bronzo.

Peterhof: visita

Il complesso di Peterhof è una meta turistica molto ben organizzata. Se capitiamo da queste parti troviamo molti servizi di cui usufruire a partire da un comodo WiFi gratuito nel parco inferiore, e dal trenino turistico che attraversa il parco di Aleksandra.

Molti musei sono muniti di audioguide, quelle del parco inferiore sono perfino interattive, tutte invece parlano almeno 5 lingue. Passeggiando per Peterhof possiamo anche decidere di fare un giro su una bicicletta, affittandola, oppure in barca. Non mancano negozietti di souvenir e ristoranti gustosi, piccoli chioschi e bancarelle di fast food russo.

Peterhof: come arrivare

Si può arrivare anche via mare, poi vedremo come, ma tutti consigliano di arrivare qui via terra, in metro o in Bus, oppure in auto, perché in tal modo si visita prima il parco superiore, gratuitamente, e poi si compra il ticket per accedere al parco inferiore dove trascorrere la giornata tra giardini, fontane e palazzi. Se siamo arrivati con dei mezzi, possiamo poi lasciare Peterhof a bordo dell’Hydrofoil.

Per arrivare in questa cittadina possiamo scegliere di prendere la metro e poi un autobus o un minibus per almeno una mezzora. Le stazioni di metro più comode sono “Avtovo”, “Leninskiy Prospekt”, “Prospekt Veteranov” e “Baltiyskiy”. In alternativa si può prendere un taxi diretto, comodo ma caro: in media non si spendono meno di 20 euro.

Per tornare via mare possiamo salire sull’Hydrofoil, un’imbarcazione veloce che si prende nel porto di fronte all’Ermitage e che ci mette circa 30 minuti ad arrivare. Il biglietto dell’Hydrofoil si può acquistare online ma è comodo farlo direttamente alla biglietteria del porto.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebook e Instagram

Richiedi itinerario personalizzato

Pubblicato da Marta Abbà il 28 Marzo 2019