Rocca Imperiale: come arrivare e cosa vedere


Rocca Imperiale

A rendere unica nel suo genere, non solo in Calabria ma nell’interna nazione, Rocca Imperiale sono i costumi, il patrimonio architettonico e storico, il clima, le bellezze naturali del mare e i limoni. E’ un borgo fortunato quello che stiamo andando a visitare perché è situato tra il Parco nazionale del Pollino, la piana di Sibari e l’area del Metapontino. Sono le coordinate vincenti che rendono questo paesino una meta turistica tra le migliori per chi sta visitando la regione Calabria.



Rocca Imperiale è un comune da poco più di tre mila abitanti, si trova in provincia di Cosenza ed è bagnato dal Mar Jonio, non è molto lontano dalla Basilicata e forse qualcuno di noi associa il suo nome ai Limoni. Effettivamente non sono limoni qualsiasi ma sono stati riconosciuti Prodotto Agroalimentare Tradizionale, hanno soprattutto ottenuto dal 2011 il marchio comunitario IGP, sono valorizzati dal Consorzio di tutela ed ultimamente divenuti apprezzati ed esportati in buona parte d’Italia e di Europa.

Rocca Imperiale: come arrivare

Per raggiungere questo borgo il mezzo migliore è l’auto, ma si può arrivare anche in Bus con le linee nazionali che lo collegano a Cosenza e ai paesi vicini. Chi arriva da molto lontano può infine atterrare in uno dei due aeroporti di riferimento: quello di Bari, a 150 Km, o quello di Brindisi, a 158 Km. Poi è possibile noleggiare una auto all’aeroporto e proseguire, Volendo c’è anche l’aeroporto di Lamezia Terme, leggermente più distante, a 180 Km.

Rocca Imperiale: come arrivare

Rocca Imperiale Marina

Chi arriva a Rocca Imperiale Marina si trova di fronte a 7 km di spiaggia alternata da scogli, ciottoli e fine sabbia dorata che si tuffano nel Mar Jonio. Non siamo lontani dal centro, è necessario spostarsi verso il confine Lucano per arrivare in questa meta molto ambita dagli amanti del mare che non ne resteranno delusi. Anche chi si appassiona alla storia solo in vacanza, nei panni di turista, può dare una occhiata nei dintorni della Marina trovando le zone archeologiche di Monte Soprano, Masseria Saliva, Timpone Ronzino, Murge Santa Caterina che formano una sorta di museo a cielo aperto inserito nel panorama dell’antica Siritide. In questa area sono stati trovati molti resti antichi tra cui varie tombe di diverse età e di diverso tipo che custodivano oggettini vari anche in oro.

Castello Svevo di Rocca Imperiale

In cima ad un colle che osserva da vicino il centro storico di Rocca Imperiale si erge questo castello ha tutta l’aria di essere un borgo d’altri tempi per via della presenza di abitazioni caratteristicamente disposte a gradini. La sua visione ricorda un presepe anche se di fatto lo stiamo magari osservando in estate, senza il ben che minimo accenno di neve.

Questa fortezza situata a 200 metri sopra il livello del mare è stata costruita a partire dal 1221 per volontà di Federico II di Svevia che ha scelto questo colle perché punto di estrema importanza sia come presidio militare, sia come area strategica. In effetti ci troviamo sulla Via Publica Apulia, punto perfetto per costruire un castello che fosse una vera e propria torre di guardia per il controllo di questa “via” che costeggia il mar Ionio.

Il Castello Svevo non ha solo una funzione difensiva: Federico II di Svevia lo aveva pensato anche come struttura adatta ad accogliere gli appartenenti alla sua Corte durante gli spostamenti e durante le campagne venatorie che si svolgevano regolarmente nel territorio circostante. Con il passare degli anni, come possiamo osservare ora, attorno alla singola fortezza si è formato un vero e proprio quartiere molto suggestivo da visitare.

Castello Svevo di Rocca Imperiale

Limone di Rocca Imperiale

E’ il prodotto tipico per eccellenza della zona anche se ci sono ricette da leccarsi i baffi di ogni tipo, dolci e salati. Questa di Rocca Imperiale è la varietà di Limoni più nota della Calabria, tutelata dal Consorzio Limone di Rocca Imperiale IGP, e dal marchio I.G.P. Lo si chiama anche limone rifiorente, non a caso, ma per via del fatto che fiorisce almeno 4 volte all’anno producendo frutti particolari per ogni fioritura.

A favorire la coltivazione di questa speciale varietà di limone è stato il clima che in questa area è moderato in inverno e caratterizzato da escursioni termiche tra giorno e notte che favoriscono la buona colorazione della buccia e l’esaltazione del profumo degli oli essenziali in essa presenti. Sono una serie di condizioni al contorno che non sono ripetibili o replicabili a rendere il Limone di Rocca Imperiale unico e da assaggiare.

Lungomare Rocca Imperiale

Interessante per delle passeggiate estive di svago, come stacco dalla vita da spiaggia, anche il lungomare di questo borgo che all’estremità nord ci riserva un ampio parco pubblico. Si tratta di una zona verde molto attrezzata con giochi ma anche tavoli e panchine perfetta sia per le famiglie con bambini sia per le coppie o i gruppi che vogliono passare una giornata tuffandosi nel verde invece che nel blu. In estate questa area è spesso la scenografia di feste e di eventi che animano la stagione di Rocca Imperiale regolarmente e creativamente.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 30 ottobre 2018