Venezia in un giorno


venezia in un giorno

Venezia è una delle più belle e romantiche mete turistiche del mondo; tutte le nazioni ce la invidiano, è la città che affiora dalle acque e questo la rende unica. La città sii sviluppa all’interno di una laguna, composta da 100 isolotti, attraversati da canali ed uniti fra loro mediante ponti.

È possibile visitare Venezia in un giorno anche se questo significa limitarsi a fare tappa solo nei posti più famosi. Una volta giunti in loco procuratevi la cartina della città per ottimizzare i tempi; vi consiglio di attingere anche informazioni sugli itinerari migliori da seguire: basta visitare il sito della città.

Per approfondimento vi consiglio la lettura dell’articolo “Come spostarsi a Venezia”

Venezia in un giorno, l’itinerario
Appena giunti alla Stazione ferroviaria Santa Lucia, potrete raggiungere a piedi o con il vaporetto i punti salienti della città lagunare; io vi consiglio di visitare Venezia a piedi, per questo motivo è opportuno che indossiate scarpe e indumenti comodi. Se vi spostate con il vaporetto, posizionatevi nei posti di testa, vi godrete l’eccezionale spettacolo dei palazzi che si affacciano sul Canal Grande! Tra questi: Ca’ d’Oro e il Fondaco dei Turchi. A bordo del traghetto attraverserete il Ponte di Rialto, e poi, scendendo all’imbarcadero, in altre parole la fermata dei vaporetti, di San Zaccaria e potrete visitare Piazza San Marco.

Da questo punto seguendo la direzione verso San Marco passerete sopra il Ponte della Paglia che si affaccia in direzione del Ponte dei Sospiri.
Di fronte Piazza San Marco troviamo l’isola della Giudecca, con la Basilica del Redentore, costruita dai veneziani nel 1577 per ringraziare Dio per la fine della peste, che aveva decimato la città lagunare.

Sempre da piazza San Marco potrete dirigervi al Palazzo Ducale e alla Basilica di San Marco. Giunti in Piazza San Marco, potete approfittarne per fare una al Museo Correr, proseguendo la visita vi troverete sotto le Procuratie Nuove, nome che deriva dal fatto che erano le abitazioni dei Procuratori di San Marco, cioè degli amministratori della Basilica e dei suoi possedimenti. Appena sbucate fuori, i vostri occhi saranno abbagliati dallo splendore della Basilica e della Piazza, per non parlare del Campanile, che si trova alla vostra destra.
La particolarità del Palazzo Ducale sono le colonne di colore diverso: si dice che da lì si affacciasse il Doge per rendere pubbliche le sentenze di morte. Da qui potrete dirigervi verso la parte più antica della città: il ponte di Rialto con le sue botteghe tipiche e il suo mercato all’aperto. Dall’alto del ponte potrete ammirare il Canal Grande e tutte le imbarcazioni che lo percorrono.

Camminando verso la stazione possiamo decidere di vedere Strada Nova, Ghetto ebraico oppure San Polo, Frari. Strada nova ci dà modo di visitare il Ghetto di Venezia, uno dei più vecchi ghetti d’Europa. San Polo invece ci porta alla Chiesa di Santa Maria Gloriosa dei Frari, una bellissima chiesa in stile gotico; al’interno potremo ammirare l’opera di Tiziano “L’Assunzione”.

Dato che si tratta di un tour di una sola giornata vi sconsiglio di fermarvi al ristorante, preferite una colazione a sacco: in questo modo avrete più tempo a disposizione per ammirere questo luogo unico nel suo genere.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 8 marzo 2015