Visitare il Lago di Como



Il Lago di Como è l’indiscussa bellezza naturale del Nord d’Italia dove si trova il Lario, il lago di origine glaciale al confine tra le province lombarde di Lecco e Como. Il periodo migliore per visitare questa perla del nord è la primavera, quando la colonnina di mercurio non segna temperature troppo alte. Una volta arrivati a destinazione avrete un ampio ventaglio di scelte turistiche a vostra disposizione; ecco le diverse località che compongono il lago di Como.

Visitare il lago di Como, le località

  • Como è la città che dà il nome al Lago. Si tratta di un centro di assoluto fascino artistico e storico, grazie alle sue mura antiche e al vasto patrimonio di monumenti e chiese, tra cui spiccano il Duomo e la Basilica di Sant’Abbondio.
  • Lecco è la seconda città per importanza; da quì è possibile ammirare le più belle viste panoramiche. Lecco vanta anche alcuni monumenti simbolo che vale la pena visitare, come il Ponte Azione Visconti del 1228 con le sue lunghe arcate che servivano per collegare la città al ducato di Milano. Da non perdere è il porto della città voluto dall’imperatrice Maria Teresa d’Austria, la villa Manzoni, il museo civico e il Santuario della Madonna delle Vittoria.
  • Cernobbio è una località con tante attrazioni interessanti come per esempio Villa Este, trasformata in un hotel lussuosissimo e raffinato, all’interno della quale si possono ammirare gli incredibili saloni con le pareti e i soffitti affrescati da Andrea Appiani
  • Bellagio è un piccolissimo paese, di soli poco più di 3mila abitanti, che grazie alle sue antiche abitazioni, ai suoi vicoli intricati, alle sue scalinate e al suo centro storico è diventato un centro turistico d’eccezione tanto da vantare la fama di “perla del Lago di Como”.
  • Isola Comacina, raggiungibile in traghetto, è un lembo di terra circondato dal Lago di Como, l’unica isola del Lario. Si tratta di una zona abitata in epoca remota, che ancora oggi riporta a galla il turbolento passato della zona. Viene comunemente chiamata la “Pompei del Lario” dato che rappresenta una dei siti archeologici più significativi dell’intera Regione.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 20 novembre 2013