Visitare New York in 3 giorni


Grazie all’aiuto di un newyorkese, oggi vedremo cosa e come visitare New York in 3 giorni.

Certo, un itinerario di 3 giorni è davvero ridotto per la Grande Mela, nonostante ciò oggi proveremo a vedere “tutta” New York in 3 giorni. L’itinerario di tre giorni a New York che stiamo per vedere è stato scritto sfruttando le esperienze di un cittadino newyorkese che spesso si ritrova a ospitare suoi amici e a mostrare i punti salienti di New York in un solo lungo weekend.

Visitare New York in 3 giorni – Giorno 1
Statua della Libertà – Ellis Island
Fate un piccolo sforzo e buttatevi giù dal letto all’alba! Il primo giorno è dedicato alla Statua della Libertà e l’Ellis Island. Dovendo visitare New York in 3 giorni, bisogna ottimizzare i tempi ed è per questo che, per visitare la Statua della Libertà, sarà necessario svegliarsi presto: meglio arrivare all’apertura, i meno mattinieri saranno costretti a dover aspettare qualche ore in fila! Uno spreco di tempo inammissibile per chi ha solo tre giorni per visitare New York. Anche se la Statua della Libertà è un’icona, la vera attrazione, in questo contesto, è la vicina Ellis Island dove arrivavano i nostri connazionali emigrati per fare fortuna nel Nuovo Continente.

Consiglio: se avete fatto tardi e la fila è troppo lunga… Prendete il traghetto di linea Staten Island così da poter catturare splendide fotografie della Statua della Libertà.

Consiglio 2: nell’attesa alla visita presso la Statua della Libertà, passeggiate al Battery Park, un grande e frenetico parco ricco di artisti di strada e spettacoli musicali.

Pranzo a Wall Street
Dopo aver visitato la Statua della Libertà date un’occhiata al Toro di Wall Street. Scattate un po’ di foto al territorio dove i banchieri d’America fanno i conti con l’economia mondiale. Il quartiere finanziario è un ottimo luogo per mangiare un boccone. Tra i vari punti ristoro segnaliamo Ulysses Folk House: potete accomodarvi nel grande patio esterno, approfittare di un buon menu e scegliere tra una vastissima selezione di birre.

Trinity Church
Si tratta di una delle più antiche chiese d’America. La Chiesa non conserva la struttura originale ma comunque è molto bella da vedere. Adiacente alla Chiesa vi è il cimitero dove riposano alcuni personaggi illustri della storia d’America, tra questi Alexander Hamilton, uno dei padri fondatori del Nuovo Continente.

City Hall Park
Perfetto per chi ama l’architettura: al centtro del Parco si trova NY City Hall, il municipio della Grande Mela. Il palazzo è il più vecchio municipio degli Stati Uniti che ancora è adibito alla sua funzione originaria. Dal punto di vista architettonico la City Hall è una combinazione di stile Rinascimentale Francese (all’esterno) e Americano (all’interno). Il palazzo è composto da un padiglione centrale e due ali… e sì, non vi sbagliate: la facciata è stata realizzata completamente in marmo!

Cena a Brooklyn
A destra del City Hall Park si può ammirare il Ponte di Brooklyn che dal parco si raggiunge a piedi nel giro di 20 minuti. Chi si fermerà a scattare le foto inquadrando il ponte in diverse prospettive, probabilmente impiegherà molto più tempo per raggiungere Brooklyn. Cenate a Brooklyn!

Vita Notturna
Chi non è troppo stanco può dirigersi verso il Lower East Side e East Village, luogo d’incontro per studenti eclettici, artisti e amanti dei bar!

Visitare New York in 3 giorni – Giorno 2
Empire State Building
Edificio storico, punto di riferimento di New York City. La vista dalla cima è mozzafiato e gli interni sono molto interessanti.

Consiglio 3: per evitare la fila, sacrificate la vostra pausa pranzo oppure arrivate al mattino presto, al momento dell’apertura.

Stazione Centrale
Chiamarla “stazione centrale” è davvero riduttiva! La Grand Central Station è la ferrovia storica della città. La stazione doveva essere abbattuta ma è stata salvata da Jacqueline Kennedy che dopo una raccolta fondi, ha riconvertito e salvato il sito.

Consiglio 4: Visitate la Grand Central Station di mercoledì così da approfittare dei tour storici gratuiti.

Rockefeller Center
Il Rockefeller Center è un gruppo di 19 edifici commerciali di New York, sito in Manhattan, che si affaccia sulla fifth avenue a pochi passi dal Central park in direzione sud. Prendete l’ascensore per il top of the rock e ammirate un’altra panoramica dall’alto della Città. Il Rockefeller Center è sempre gremito di gente.

Pranzo a Times Square
Di cono che le luci di Times Square possano essere ipnotizzanti. Non c’è molto da fare a Times Square (a parte shopping), quindi meglio sfruttare questo passaggio per un pranzo all’americana… un hamburger tipico! L’originale può essere gustato al Madison Square Park ma nei weekend c’è sempre una gran folla, una valida alternativa si trova tra la 44° e l’8°, il Shake Shack.

Museum of Modern Art (MOMA)
Dopo il pranzo, meglio fare “un salto” al MOMA per ammirare un po’ di arte moderna… l’arte moderna talvolta è insolita, bizzarra, strana… tuttavia il MOMA di New York può contare su alcune grandi opere impressioniste, tra queste, la Notte Stellata di Van Gogh!

Consiglio 5: il venerdì, dopo le 16:00, l’ingresso al museo è gratis.

The Frying Pan
Un bar posto su una chiatta sulle sponde del fiume Hudson. Forse questo posto non è segnalato sulle guide turistiche della città ma… dopo una giornata frenetica meglio rilassarsi!

Consiglio 6: cercate di arrivare prima delle 18… in tardo pomeriggio tutti i tavoli saranno già occupati (i newyorkesi che smontano da lavoro si recano qui per un aperitivo prima del rientro) e ci sarà da aspettare.

High Line e cena al Meatpacking District
Una vecchia ferrovia convertita in un parco urbano! Un’isola pedonale bellissima. La passeggiata vi condurrà fino al Meatpacking District dove potete consumare la vostra cena: attenti a non scegliere ristoranti troppo costosi.

Vita Notturna
Nei paraggi c’è il West Village dove potete trovare dei comodi bar dove gustare drink sia all’aperto che all’interno.

Visitare New York in 3 giorni – Giorno 3
Central Park
E’ dura ammetterlo ma… si avvicina la partenza, meglio rilassarsi un po’, abbandonare la folla caotica della zona urbana e immergersi nel Central Park. Durante i mesi estivi, spesso, ci sono concerti o altri eventi gratuiti.

Metropolitan Museum of Art
Questo Museo è uno dei più grandi al mondo. Reperti storici, opere d’arte, gallerie fotografiche e altre esposizioni. Molti turisti si recano al museo solo per visitare una tomba egizia.

Consiglio 7: Dopo il museo vi conviene gustarvi il pranzo in uno dei locali sull’Upper East Side.

Museo Americano di Storia Naturale
L’American Museum of Natural History può sicuramente annoverarsi fra i maggiori musei di storia naturale del mondo. Mi raccomando… non spendete troppo tempo nella Stanza dei Dinosauri!

Consiglio 8: dopo il museo, cenate velocemente! Così da non perdervi una prima serata… si va a Broadway.

Broadway
Non si può visitare New York e perdersi uno spettacolo tra le stelle di Broadway!

Può sicuramente interessarvi: Bus, metro, taxi, bici, car-sharing, una pratica guida su come muoversi nella grande Mela e sui trasporti pubblici di New York.

Clima a New York
Quali sono le temperatura della città più famosa del globo e soprattutto, quale è il periodo migliore per visitare New York?

Altre attività: pattinare sul ghiaccio a New York.

Pubblicato da Anna De Simone il 22 marzo 2014