Come girare l’Europa in camper


Girare l’Europa in camper è  qualcosa di meraviglioso, un’esperienza unica da provare e sperimentare per godere di grandissime emozioni e soddisfazioni. Chi possiede un camper ha il vantaggio di potersi spostare continuamente consentendogli di conoscere luoghi inesplorati. L’estate è arrivata e fra poco anche le ferie, che ne dite di organizzare in viaggio in camper intorno all’Europa? L’idea è molto allettante, certo bisognerebbe prima organizzarsi e tracciare un itinerario. Molti sono infatti i luoghi che possiamo visitare avvalendoci di questo automezzo. Ecco dunque come girare l’Europa in camper seguendo alcune indicazioni.

Come girare l’Europa in camper, indicazioni
Prima di mettersi in viaggio è importante partire avendo già le idee ben chiare, l’Europa è enorme e visitarla tutta sarà impossibile a meno che non abbiate tutta una vita davanti. Vi consiglio vivamente di non partire senza una meta ben precisa, rischiate di avere brutte sorprese. Ecco cosa fare prima di partire:

  • Selezionate i posti che avete intenzione di visitare
  • Tracciate una mappa e segnatevi la rotta da intraprendere in questa avventura.
  • Procuratevi un navigatore satellitare completo della mappe di tutta Europa
  • Procuratevi poi delle guide sugli itinerari che dovete visitare: si trovano sia in libreria che sul web
  • Portatevi i dizionari della lingua straniera del luogo che andrete a visitare.

Come girare l’Europa in camper, la sicurezza
Prima di partire assicuratevi che il camper sia in perfetto stato, una garanzia che può darvela solo il vostro meccanico di fiducia: niente controllo fai da te, a meno che non siate  esperti di motori.
Portatevi dietro tutto l’occorrente necessario: acqua, medicinali, carta igienica, detergenti, ecc: non date per scontato di comprare le cose durante il viaggio, gli imprevisti sono sempre in agguato.
Assicuratevi che i documenti siano validi per l’espatrio e che non siano scaduti. Non dimenticate la tessera Sanitaria, potrebbe servirvi in caso di infortunio.
Altra raccomandazione importante, prudenza alla guida: non viaggiate nelle ore notturne, semmai spostatevi di buon mattino dopo aver riposato.

Pubblicato da Anna De Simone il 28 giugno 2013