Guide low cost: in viaggio squattrinati e felici


Guide Low Cost

 

Guide low cost: chi sono le migliori? Quelle selezionate per intraprendenza e serietà tra i tanti giovani squattrinati, studenti o lavoratori precari, che realmente si trovano a girare la città indossando innanzitutto per sé stessi, e per necessità, le vesti di guide low cost. Eccoli, ora, autori, a raccontare il bel Paese nelle guide low cost edite da Laurana Editore, disponibili nuove nuove negli store digitali.
C’è Venezia (quasi) gratis di Veronica Bonalumi, una delle guide low cost, mentre la sua collega Giulia Furegato racconta Firenze (quasi) gratis. Milano è la città di cui si è occupata Cristina Bellafante mentre la guida low cost di Torino e firmata Martin Hofer.



Per il momento protagonista assoluta della serie di guide low cost inaugurata da Laurana sarà la nostra penisola, città dopo città, e in arrivo dopo queste prime quattro ci sarebbero Roma, Napoli e Palermo. Chi saranno per ciascuna delle metropoli le guide low cost squattrinate e on the road non è ancora stato svelato ma lo stile resterà quello già godibile nelle prime quattro pubblicazioni.
E’ chiaro, apprezzabile e perfettamente coerente con il momento storico che stiamo vivendo l’intento di Laurana di proporre delle guide low cost sulle principali città d’arte italiane che siano una summa di consigli per poter viaggiare nel modo più piacevole ma economico possibile. E, cosa da non trascurare, senza cadere nei cosiddetti tranelli da turisti, cosa che saranno proprio le “nostre” abili guide low cost ad aiutarci ad evitare.
Ad una linea giovane, vivace, semplice e mai scontata come quella proposta, si associa la scelta del formato digitale: le guide low cost saranno così visibili in qualunque luogo e momento su tutti i dispositivi portatili: eReader, iPad, tablet e cellulari. Tra i vantaggi, in tal caso, anche quello di un’indicizzazione più veloce e comoda rispetto al formato cartaceo.
Non resta quindi che lasciarsi accompagnare dalle giovani guide low cost per le strade delle prime 4 città italiane prescelte da Laurana per essere mostrate sotto una luce diversa che le rende accessibili anche ai portafogli leggeri. Importanti sì le “classiche” informazioni su dove mangiare, dove dormire e come muoversi in città, ma che merita assolutamente una lettura è il capitolo “Quando il gioco non vale la candela” dove le quattro guide low cost in persona avvisano su cosa evitare per non incorrere in fregature dando anche preziose alternative per non rinunciare a nulla.

Se desiderate maggiori informazioni su contenuti e prezzi sulle guide low cost Laurana ecco i link:

Torino (quasi) gratis di Martin Hofer

Firenze (quasi) gratis di Giulia Furegato

Venezia (quasi) gratis di Veronica Bonalumi

Milano (quasi) gratis di Cristina Bellafante

Pubblicato da Marta Abbà il 7 aprile 2014