Messico, vaccinazioni consigliate


messico vaccinazioni consigliate

Messico, vaccinazione consigliate e raccomandazione prima del viaggio. Consigli, rischi e profilassi da seguire.

Chi parte per il Messico non dovrà sottoporsi ad alcuna profilassi o vaccinazione obbligatoria, tuttavia vi sono delle raccomandazioni e dei consigli opportuni da seguire e delle vaccinazioni consigliate da fare prima della partenza.

Messico, vaccinazioni consigliate

In questo paragrafo esamineremo quali sono le vaccinazioni consigliate prima di partire per il Messico e la profilassi per affrontare i rischi legati alla situazione sanitaria del Paese.

Le vaccinazioni consigliate, da valutare con il medico curante in base alle proprie condizioni di salute, sono:

  • Epatite A
  • Epatite B
  • Salmonella
  • Morbillo

E’ importante sapere che in diverse località del Messico come Tabasco, Yucatan, Chiapas vi sono frequenti casi epidemici di congiuntivite. Il virus del Nilo conta casi epidemici a Chihuaha e Sonora mentre il rischio di dengue è localizzato soprattutto nelle località di Acapulco, Quintana Roo, Sinaloa e Bassa California del Sud.

Nelle zone rurali del paese esiste un rischio di colare così come nelle periferie delle città.

Nonostante tutti questi pericoli elencati, vogliamo ribadire la possibilità di vaccinarsi contro l’Epatite A e l’Epatite B e la salmonella. I rischi più elevati sono connessi alla contrazione di infezioni come le epatiti, l’ameba e la salmonella.

Queste infezioni sono contratte mediante il consumo di diversi alimenti tra cui frutta, verdura e frutti di mare.

Per limitare al minimo l’esposizione a tali infezioni si consiglia di:

  • consumare solo carne ben cotta
  • Evitare di ingerire frutti di mare.
  • Mangiare frutta solo dopo averla disinfettata.
  • Mangiare verdure fresche solo dopo averle disinfettate.
  • Evitare accuratamente bevande con ghiaccio.
  • Evitare di bere acqua dal rubinetto.
  • Evitare di consumare frutti di mare.

L’OMS, Organizzazione Mondiale della Sanità, continua a registrare (anche se con frequenze drasticamente ridotte rispetto agli anni passati) casi di influenza aviaria (virus AHN3) e influenza suina (AH1N1).

Viaggio in Messico e Profilassi antimalarica

In Messico non vi è alcun rischio di contrarre la malaria, tuttavia è consigliato seguire (in parte), la medesima profilassi per difendersi dalle punture di insetto.

Le zanzare, in Messico, non trasmettono il virus della malaria ma possono trasmettere il cosiddetto Zica Virus, la febbre gialla o la Chikunguya.  Queste malattie sono trasmessa dalla zanzara aedes aegypti. Per evitare l’esposizione a questi virus si consiglia di seguire la profilassi antimalarica, in particolare le misure prevenive contro malattie trasmesse da puntura di zanzara. Per tutte le informazioni su come evitare punture di zanzara in Messico vi rimandiamo all’articolo dedicato alla Profilassi antimalarica.

La febbre di Chikunguya è presente soprattutto negli Stati federali di: Guerrero, Oaxaca, Chiapas, Veracruz, Colima, Michoacan, Campeche, Morelos, Estado de Mexico, Jalisco, Yucatan, Nayarit, Tamaulipas, Coahuila; Baja California, Nuevo Leon, Quitana Roo, Tabasco.

Il virus viene trasmesso tramite puntura di zanzara e causa forti febbri, dolori muscolari e articolari, mal di testa, nausee, stanchezza, eruzioni cutanee (i sintomi appaiono circa 4-8 giorni dopo la puntura di zanzara e la febbre viene spesso confusa con il dengue).

Viaggio in Messico, altri consigli

Per scongiurare qualsiasi pericolo, è estremamente consigliato stipulare un’assicurazione sanitaria prima della partenza. Il sistema nazionale estero può essere molto severo con gli stranieri in vacanze.

Si consiglia di evitare il turismo fai da te a causa dell’elevato tasso di criminalità organizzata che danneggiano i turisti con furti e rapine.

Anche se in diminuzione, rimangono frequenti i sequestri a bordo di taxi non ufficiali. Per questo motivo si consiglia di utilizzare esclusivamente taxi su prenotazione dell’albergo o del ristorante.

E’ sconsigliato circolare a piedi nelle ore notturne e di non indossare gioielli. Anche se vi siete recati nel Paese con la Patente di guida internazionale, evitate di guidare nei centri urbani delle ore di punta. La strada costiera di Cancun Tulum è spesso scenario di incidenti. E’ sconsigliato mettersi alla guida anche perché le Autorità di Polizia hanno il potere di arrestare semplicemente se sospettano che l’automobilista ha ingerito una quantità eccessiva di alcol.

In città del Messico, i quartieri da evitare sono Neculpan, Ecatepec, Tepito ma… anche il centro storico di Città del Messico nelle ore notturne.

Ti potrebbero interessare anche

 

Pubblicato da Anna De Simone il 28 febbraio 2016