Piazze più grandi d’Italia: quali sono e perché vederle


Piazze più grandi d'Italia

Ci sono molti modi per scoprire le bellezze artistiche e urbanistiche della nostra penisola, anche perché non c’è certo pericolo di non trovarle. Invece che procedere per aree e regioni, stavolta diamo i numeri e saltiamo qua e là misurando le piazze più grandi d’Italia. Tra Nord e Sud, è l’occasione per visitare anche le città che le ospitano, città meravigliose come Milano, Palermo, Caserta, Padova e Napoli.



Piazze più grandi d’Italia: quali sono

Ecco le 5 piazze più estese che le nostre città per ora sfoggiano.

  • Spianata del Foro Italico a Palermo
  • Piazza Carlo III di Borbone a Caserta
  • Piazza Garibaldi a Napoli
  • Piazza della Repubblica a Milano
  • Prato della Valle a Padova

Ne avete già vista qualcuna? Magari abitate perfino in una di queste città ma non siete consapevoli di questa classifica. Noi siamo anche meno abituati a farci caso perché in tutte le nostre città, e anche in paesi più piccoli, abbiamo sempre parecchie piazze e piazzette. L’Italia è abitata sa secoli e la piazza ha da sempre rappresentato un punto di incontro e di discussione, è sempre quindi stato un elemento importante per i popoli che hanno abitato il territorio, compreso quelli dei Romani e dei Greci. In epoca medievale proprio la piazza era il cuore politico dei comuni.

Molto spesso alle piazze principali si affacciano i monumenti più importanti e significativi di una città, ciò le rende turisticamente ancora più preziose. Nello stilare la classifica non è stato facile andare a misurare le piazze perché hanno forme diverse, a volte bizzarre, e non hanno confini precisi. Può essere che siano annesse a giardini o ad altre piazze, magari qualcuno ha una classifica diversa da questa, fatta con un altro criterio. Non prendiamola però come una gara ma come un gioco, un’occasione per dare una occhiata alle bellezze del Sud e del Nord Italia

Piazze più grandi d’Italia: Palermo

A Palermo siamo nella Spianata del Foro Italico che ha un’estensione di circa 63mila metri quadrati di superficie. Se dobbiamo essere severi, non si tratta di una vera e propria piazza ed infatti è definita spianata. E’ una distesa molto ampia fronte-mare che troviamo come allargamento della passeggiata della Marina, uno dei più bei lungomare del Paese. Questa elegante e prestigiosa passeggiata è nata in epoca borbonica, terminato o quasi il pericolo di ricevere assalti da parte di pirati e nemici. I palermitani avevano così ripreso a godersi il proprio mare. Inizialmente l’area di chiamava Foro Borbonico, poi è stata rinominata Foro Italico con il passaggio all’Italia unita. Alla fine della seconda guerra mondiale per un certo periodo è stata sede di campi rom, luna park e circhi ma nel 2000 l’amministrazione comunale ha deciso di riqualificarla, consegnandola alla popolazione..

Piazze più estese d’Italia: Caserta

Davanti alla Reggia di Caserta troviamo una vasta piazza che è proprio quella che stiamo cercando, Piazza Carlo III di Borbone, la più grande d’Italia. Misura circa 130mila metri quadrati, quindi è praticamente quattro volte la Piazza del Duomo di Milano. Anche in questo caso non abbiamo una classica piazza ma una grande area verde davanti alla celebre Reggia che molti preferiscono considerare un giardino. Risale a metà Settecento, è stata realizzata dall’architetto Luigi Vanvitelli su ordine del re di Napoli Carlo III che voleva sia proteggersi che avvolgersi nel verde per avere un po’ di pace nella sua residenza estiva. Dopo i lavori di risistemazione e restauro il traffico automobilistico è stato deviato altrove e al di sotto della piazza stessa è stato costruito un grandissimo parcheggio, che può fino a contenere 900 veicoli.

Piazze più grandi d'Italia

Piazze più grandi d’Italia: Napoli

A Napoli siamo in centro, siamo in Piazza Garibaldi, realizzata dopo l’Unità per ospitare la Stazione ferroviaria centrale. E’ stata inaugurata nel 1866 col nome di Piazza della Stazione, poi ha cambiato nome un po’ di volte e nel 1904, quando vi è stata posta la statua dedicata a Giuseppe Garibaldi e realizzata da Cesare Zocchi, è diventata Piazza Garibaldi, definitivamente. Oggi ha una estensione di circa 70mila metri quadrati ed è il centro nodale del traffico cittadino ma vi si affacciano anche edifici degni di interesse tra cui alberghi di vario livello ispirati ad architetture liberty o neoclassiche.

Piazze più grandi d’Italia: Milano

Piazza della Repubblica non è una delle più belle piazze di Milano ma se è la più grande, per ora di questa dobbiamo parlare: misura 73mila metri quadrati ed è a due passi dalla Stazione Centrale, lungo la circonvallazione delle mura spagnole. E’ una piazza recente, è stata realizzata dopo l’Unità d’Italia nel 1865, proprio in occasione del progetto per la costruzione della nuova Stazione Centrale, per collegarla al centro della città che non è proprio a due passi, se si guarda ad esempio a Piazza Duomo. Inizialmente si chiamava Piazzale Stazione Centrale, poi Piazzale Fiume, ma alla fine delle guerre è stata reintitolata alla Repubblica. Vi si affacciano meravigliosi hotel come l’Hotel Principe di Savoia, e costruzioni interessanti come la Torre Breda, realizzata nel 1954 e all’epoca il grattacielo più alto d’Italia.

Piazze più estese d’Italia: Padova

Questa è una piazza vera, una delle più grandi anche d’Europa. E’ Prato della Valle, circondata da edifici di diversa natura e ritrovo cittadino storico. Misura quasi 89mila metri quadrati e ha una forma particolare che la rende ancora più famosa. Al centro presenta una grande isola ellittica di circa 20mila metri quadrati e circondata da un piccolo canale, poi è delimitata da un doppio giro di statue di personalità celebri. Il vasto spazio inizialmente serviva per scopi militari, poi per ospitare mercati. Tra gli edifici che si affacciano a questa piazza c’è anche la bella Basilica di Santa Giustina.  

Richiedi itinerario personalizzato

Pubblicato da Marta Abbà il 28 Settembre 2019