Viaggi a Piedi con Walden: vacanze sane, vicine e lontane


viaggi a piedi

Specializzato in viaggi a piedi , Walden è una new entry ma i soci fondatori sono professionisti veri e propri, cresciuti ne La Boscaglia, associazione storica dedicata, e oggi forti della partnership con Viaggi Solidali, una cooperativa di turismo responsabile. Da subito hanno dato subito un’impronta netta e ben riconoscibile alla propria proposta turistica. Si viaggia a piedi. E’ un turismo di nicchia ma sempre più ricercato, sempre meno mordi e fuggi, per entrare in contatto con il territorio scoprendolo lentamente, passo dopo passo.

Rivolgendosi a voi cosa può trovare un cliente di DIVERSO rispetto alle “solite vacanze”?

Già se si parla di viaggi a piedi non si tratta di una “solita vacanza”: faticando piacevolmente e guadagnandosi la meta si ha davvero la soddisfazione di essere stato “viaggiatore”. La lentezza permette di assaporare meglio un territorio, di ascoltarlo, di viverlo più intensamente. Nei viaggi a piedi , per noi, non si cammina solo per raggiungere il più velocemente la meta, ma per gustare tutto quello che c’è in mezzo: scoperte ed emozioni che non possono essere vissute in altre maniere, se non a piedi.

Chi può partecipare ai viaggi da voi proposti?

I viaggi a piedi, i nostri, non sono per supereroi o per persone ultra-atletiche e allenate. Tutti possono partecipare, basta scegliere l’esperienza giusta. Le proposte sono molto varie per destinazione, tipologia e grado di difficoltà.

Come scegliere?

Nel nostro sito tutti i viaggi a piedi hanno la loro scheda dettagliata con durata, difficoltà, programma giorno per giorno, distanze e dislivelli, costo, trasparente e chiaro. Per ulteriori informazioni c’è il nostro ufficio booking e per particolari dettagli tecnici, su richiesta, è anche possibile parlare direttamente con le guide che accompagnano il viaggio. Da quest’anno il sito è consultabile da tutti i più comuni dispositivi mobili ed è in funzione un nuovo sistema di prenotazione on line.



Una volta iscritti ad un trekking come funziona?

Un contratto di viaggio assicura la professionalità della proposta, corredata da copertura assicurativa, anche in caso di annullamento di viaggio da parte del cliente, se richiesto. Prima della partenza, inviamo agli iscritti anche una nota viaggio con informazioni specifiche sulla destinazione e una nota con dei consigli per fare lo zaino.

Chi sono le vostre guide e che ruolo hanno nei viaggi?

Sono il cuore di Walden: pensano, creano, organizzano e gestiscono tutti i viaggi a piedi proposti. Ciascuno di essi è una loro creatura spesso irripetibile e unica. Le nostre guide sono tutte Guide Ambientali Escursionistiche abilitate, con regolare patentino e assicurazione, e selezionate in base anche al loro approccio al viaggio. Niente fanatici della prestazione, atleti esibizionisti, guide autoritarie, tutte persone attente e sensibili sia alla natura sia alle relazioni interpersonali che durante il viaggio restano presenti e attenti 24 ore su 24 per creare armonia e serenità, oltre che per facilitare il contatto culturale, storico e naturalistico del territorio.

Quali mete proponete? Dove? Con quali criteri le selezionate?

Abbiamo scelto di fare un turismo di prossimità quindi in Italia o in Europa ma sul bacino del Mediterraneo. Ultimamente stiamo privilegiando mete dove il turismo è ancora in fase di scoperta e che quindi fa diventare i viaggi a piedi veri ed emozionanti, come quelli ad esempio nei paesi balcanici: Serbia, Albania e Romania- Oppure quelli in Turchia, Giordania, Tunisia e Marocco.

Ci sono delle “regole” di viaggio?

I nostri viaggi a piedi vogliono  trasmettere emozioni autentiche, evitando l’ovvio, il banale e lo scontato. Cerchiamo di far vivere ai nostri camminatori l’esperienza del “viaggiatore” e non del solito “turista-pacchetto”. Per cui tra le regole c’è la scelta di agriturismi autentici, prodotti locali, proprietari appassionati e l’incontro con testimoni veri del territorio.

Che garanzie ci sono sui vostri prezzi?

Quasi sempre c’è un costo a pacchetto, che comprende di solito la mezza pensione per la durata dell’intero viaggio e i trasporti, rimane solo una piccola variabile. A garanzia di tutto c’è anche un contratto di viaggio e un assicurazione e offriamo un’ulteriore assicurazione in caso di annullamento del viaggio da parte del cliente. Consultando poi “I plus di Walden” si possono conoscere le nostre scelte in fatto di collaborazioni, fiscalità, solidarietà e trasparenza, specificando quali percentuali vanno a cosa e a chi.

Perché partire con Walden, quindi?

Perché i viaggi a piedi fanno riscoprire la potenzialità del nostro fisico e una dimensione temporale diversa per stare con sé stessi e avvicinarsi all’altro. Il contatto giornaliero con gli elementi atmosferici, il vento, il sole, la pioggia, fa ritornare in sintonia con l’ambiente e i cicli naturali. Tutto questo, con la sicurezza di una guida affianco.

Ora qualche consiglio: un viaggio per una famiglia con figli 5-15 anni?
C’è un viaggio speciale, Bimbi, asini e malghe, sulle montagne venete, dove i bimbi possono stare a contatto con gli animali e i genitori con la natura e l’aspetto anche culturale di un territorio.

Per una coppia di 30-40enni?
Un’avventura semplice, ma al contempo profonda ed entusiasmante scegliendo uno dei trek in Turchia come la Via Licia o la Cappadocia, dove poi poter prolungare il soggiorno con una visita a Istanbul o un po’ di relax al mare.

Per dei pensionati ancora molto in gamba?
Ci sono i nostri cammini sulle vie di pellegrinaggio: la Via Francigena o uno dei cammini di San Francesco sono il giusto connubio tra impegno fisico, storia, cultura e natura.

E per un/una single in cerca di relax e nuove scoperte?
Le mete più marine. I viaggi su isole come Itaca, Karpathos, Capraia, Minorca, Elba, dove anche un bel bagno non manca mai e dopo una settimana passata insieme tra avventure e emozioni non è raro che si formino delle coppie.
In generale i nostri gruppi sono molto variegati: uomini e donne; persone di tutte le età, dai 25 ai 60-70 anni, single, coppie, coppie di amici, famiglie. Tutti uniti dalla stessa curiosità di conoscere luoghi e persone e dallo stesso spirito di condivisione del viaggio.

Pubblicato da Marta Abbà il 3 marzo 2014