Come visitare Roma


Roma è senza dubbio la città con una ricchezza di monumenti e opere d’arte senza uguali al mondo, con oltre 28 secoli di storia. Ma come visitare Roma senza perdere le sue testimonianze archeologiche, i monumenti e le opere d’arte?

Visitare Roma richiede molto tempo ma con alcune nostre indicazioni sarà possibile visitare i luoghi più importanti e caratteristici della Città Eterna in un’unica giornata.

Itinerario per visitare Roma in un giorno: La basilica di San Pietro, i Musei Vaticani, Castel Sant’Angelo, Piazza Navona, Il Pantheon e Piazza di Spagna.

Come visitare Roma. La Basilica di San Pietro
Chi si reca a Roma non può rinunciare a visitare La città del Vaticano. Dalla stazione Termini e la stazione Tiburtina si può raggiungere San Pietro con la metropolitana linea A, fermata Ottaviano che dista poche centinaia di metri dalla Basilica.
Anche la rete di autobus (Atac) è molto ben collegata:  si può raggiungere piazza San Pietro, che è la destinazione principale, dalle piazze tutte intorno, che fungono anche da capolinea e terminal per molte linee urbane.

All’interno della basilica di San Pietro si trovano capolavori conosciuti e ammirati in tutto il mondo, come il monumentale baldacchino bronzeo realizzato dal Bernini, la commovente Pietà del Michelangelo, la tomba di Clemente XIII di Canova e il mosaico della Navicella di Giotto.

GUARDA ROMA IN FOTO

Come visitare Roma. I musei Vaticani
Proseguendo la visita a Roma non è possibile trascurare i Musei Vaticani, che nella loro attuale organizzazione includono ben 10 musei. Tra le opere più famose sarà possibile ammirare le Stanze di Raffaello, la Cappella Sistina con gli affreschi michelangioleschi, le sale dedicate alle testimonianze archeologiche dell’impero romano, la ricca pinacoteca che riunisce opere di Giotto, Leonardo e Tiziano.

Prima di recarvisi è consigliabile prenotare l’ingresso on line per evitare la fila, la prenotazione sarà effettuata presso la Biglietteria online dei Musei Vaticani.

Il costo con prenotazione è di 19 euro anzicchè 15,00.

Come visitare Roma. Castel Sant’Angelo
A dieci minuti di cammino dal Vaticano, percorrendo Via della Conciliazione, si trova Castel Sant’Angelo. Qui sono conservati stucchi, affreschi e arredi vari degli appartamenti papali: è possibile ammirare anche una bellissima e importante collezione di armi antiche.

Come visitare Roma. Piazza Navona
In piazza Navona è possibile ammirare le tre famose fontane, la fontana del Moro, la fontana di Nettuno e la famosissima fontana dei 4 fiumi, disegnata da Gian Lorenzo Bernini.

Come raggiungere Piazza Navona
Da Castel Sant’Angelo attraversando il Tevere a Sinistra si arriva facilmente a Piazza Navona.

In alternativa, poiché Piazza Navona non è servita dalla Metropolitana, come molte altre piazze famose di Roma, è possibile raggiungerla in autobus. Piazza Navona è molto ben collegata dai molti autobus del servizio urbano che transitano nelle sue immediate vicinanze. Da Corso Vittorio Emanuele II (raggiungibile in metropolitana) partono le linee numero 46, 571, 492, 62, 628, 64, 70, 81, 87, 916 e C3 per Piazza Navona.

Come visitare Roma. Il Pantheon
Il Pantheon è tra i grandi monumenti dell’antica Roma, quello giunto sino a noi nel miglior stato di conservazione.
Raggiungere il Pantheon a Roma è possibile per lo più a piedi ma è molto semplice da Piazza Navona: è nelle vicinanze, al termine di Via Giustiniani o di Salita de’ Crescenzi. In compenso sarà davvero molto piacevole passeggiare per il centro di Roma.

GUARDA ROMA IN FOTO

Come visitare Roma. Piazza di Spagna
Usciti dal Pantheon si potrà proseguire fino a raggiungere Piazza di Spagna, famosa per la scalinata, e per la fontana della Barcaccia. Piazza di Spagna è il punto d’incontro della vivacità romana e da qui si aprono a raggiera numerose vie che portano alle boutique delle più prestigiose griffe mondiali. Stanchi?

Lungo via dei Condotti si consiglia una visita al Caffè Greco, storico locale che ha ospitato personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo.

Pubblicato da Anna De Simone il 5 settembre 2012