Cosa vedere a Milano


cosa vedere a milano

Continua la nostra rubrica sulla Milano da bere e su cosa vedere a Milano durante un soggiorno nella capitale della moda italiana.

Milano, la capitale della moda, della finanza, del calcio… ma anche della cultura, dei ristoranti e della vita fast-forward. Chi desidera visitare Milano abbracciando un’esperienza dal tono radical chic potrebbe trovare interessanti i locali della Milano da bere.

Per sapere come muoversi nella Milano dei Vip vi consigliamo di leggere il nostro articolo dedicato proprio a quella che un tempo era la Milano da Bere, oggi Milano è anche da mangiare e da ballare.

Cosa vedere a Milano 

  • Museo Nazionale della Scienza e della tecnologia 
    E’ il più grande museo della scienza, d’Italia. Le collezioni ripercorro la storia dell’evoluzione scientifica e tecnologica d’Italia. I visitatori avranno la possibilità di partecipare ai laboratori interattivi (i.lab) e di toccare con mano l’ingegno di Leonardo da Vinci.
  • Bastard Store 
    Gli amanti dello sport potranno trovare il paradiso degli skateboard e di tutto ciò che gira in intorno a questo mondo. Prima di comprare uno skate, grazie alla sapiente installazione nell’ampio magazzino, i clienti possono anche fare qualche giro di prova.
  • Dove ballare a Milano? Rocket 
    Chi ama scatenarsi in pista non potrà più fare a meno di questo locale. Non manca il genere alternativo, riferimenti espliciti o celati agli anni ’70 e ’80 e soprattutto musica dal vivo con dj set e artisti emergenti dello scenario del roch, techno, indie-electro….
  • Roialto
    Si trova a pochi passi dai più celebri locali notturni di Milano, vicino al centro. Roialto è stato costruito in un vecchio hangar industriale e gli ospiti potranno godere di oltre 400 metri quadrati di bontà dove godere di un happy hour o di un gustosi drink. Unico avvertimento: jeans e tshirt non sono esattamente di casa, meglio un abbigliamento casual ma ben curato.
  • La Fabbrica del Vapore
    Nel bel mezzo della rivoluzione industriale, alla fine del XIX secolo, a Milano aprì i battenti una fabbrica che produceva componenti per tremi e tram. Siamo in una zona semi-centrale di Milano, gli edifici della fabbrica dismessa sono stati danneggiati e portano ancora i segni della seconda guerra mondiale, ciò che resta è stato trasformato in una open area per giovani artisti, designer, musicisti, ballerini, attori… Alcuni dei magazzini sono oggi impiegati per eventi culturali, sfilate di moda e come set cinematografici. L’area ricopre una superficie di 14 mila metri quadrati ed è animata 365 giorni all’anno.

Altri consigli su cosa vedere a Milano e come visitare questa bellissima città:

Nella foto in alto, Rocket Club Milano da instagram.com/rocketclubmilano

Pubblicato da Anna De Simone il 13 aprile 2015