Cosa vedere a Dresda



Dresda, località tedesca a due ore di distanza dalla capitale Berlino, è sicuramente una cittadina ricca di fascino indiscusso: è stata una delle città in assoluto più colpite e danneggiate dalla seconda guerra mondiale ma con gli anni è stata ricostruita mantenendo quello sfarzo e quel lusso che la caratterizzava alle origini. Oggi appare un piccolo gioiello architettonico antico, la decisione di ricostruire questa città come era un tempo la dice lunga sulla gente del posto e sulla sua forza. Ma vediamo nel dettaglio cosa visitare a Dresda.


Cosa visitare a Dresda, le attrazioni

La “Frauenkirche”
È la principale chiesa della città, una delle più importanti chiese protestanti di tutta la Sassonia. Come gran parte degli edifici storici del centro di Dresda, anche la Frauenkirche è stata distrutta nel febbraio del 1945: il luogo dove sorgeva, con le sue rovine, è stata per anni luogo di culto e di fede, fino a quando non è stata poi ricostruita, con le sembianze del passato.

Il castello barocco “Zwinger”
È l’edificio più significativo e più bello della città, sormontato da una cupola dorata che è comunemente considerato il simbolo della città. Da ammirare anche l’ampio cortile interno, le gallerie e i padiglioni.

Il Teatro dell’Opera (Semperoper)
È uno splendido teatro che porta il nome del suo realizzatore (Semper). Anche per questo palazzo vige la stessa storia: distrutto nel corso del conflitto bellico è stato ricostruito, rispettando il progetto originale e copiando le stesse decorazioni e ornamenti, dal figlio di Semper

La “Brühlsche Terrasse”
è una bellissima terrazza che si affaccia sul fiume Elba, dalla quale potrete godere scorci panoramici davvero romantici.

La latteria Pfund
È stata definita la latteria più bella del mondo e per questo è stata anche citata nel libro Guiness World Records. E’ uno dei luoghi più visitati a Dresda.

I castelli lungo l’Elba
A poca distanza da Dresda si trovano interessanti castelli. Tra quelli più famosi e consigliati si annovera il castello di Pillnitz e il castello di Moritzburg,

Pubblicato da Anna De Simone il 5 giugno 2014