Visitare la Tunisia


La Tunisia, situata all’estremo nord dell’Africa, è una nazione molto apprezzata dai turisti, un luogo unico dove tradizione e moderno, passato e presente, realtà e fantasie, città e natura si fondono e dove le spiagge e il mare immenso fanno da cornici a questi luoghi meravigliosi. Visitare la Tunisia significa scoprire luoghi unici, particolari. Ma vediamo nel dettaglio le spiagge e le attrazioni più rinomati della Tunisia.

Visitare la Tunisia, le spiagge
Tra le spiagge più famose da non perdere da non perdere quelle di Mahdia e quelle di Hammamet caratterizzate da sabbia bianca e fine: qui l’acqua del mare è molto calda grazie alla quale, molti turisti praticano immersioni.

GUARDA LE FOTO DI TUNISI

Visitare la Tunisia, le attrazioni
Tra i luoghi da non perdere troviamo la capitale Tunisi, una città che si contraddistingue per la sua modernità, con hotel super attrezzati e la costa fatta di spiagge immense e meravigliose come quelle di La Goulette e Pedruchillo.  Ma Tunisi non è solo mare, qui poterete ammirare il Museo nazionale del Bardo, la Moschea Al-Zaytuna e la Cattedrale di Saint Vincent

La Tunisia offre anche attrazioni che parla della sua storia, è il caso delle rovine di El Je e Cartagine oppure le rovine di Sbeitla, ritenute il patrimonio archeologico romano più importante della Tunisia. Arrivare in questi luoghi è semplice dato che sono collegati tra loro grazie all’organizzazione turistica tunisina, molto reattiva al turismo in ogni periodo dell’anno.

E cosa dire del Sahara? Esserci dentro è un’esperienza che non ha precedenti! Lì vicino potrete ammirare villaggi come Matmata oppure Tamezret, con stradine e piazze fuori dal comune
Se intendete dunque avvicinarvi al deserto, non perdetevi la porta del Sahara, un cancello posto sul confine della città di Douz che separa, per l’appunto, la città dall’arido deserto vicino.

GUARDA LE FOTO DI TUNISI

Altri luoghi che meritano di essere visitati sono il parco di Montazah, il Parco Zoologico Friguia dove potrete ammirare le più belle specie di animali nativi del deserto.

La Tunisia può anche essere raggiunta dall’Italia in traghetto, partendo dal porto di Genova: in questa pagina trovate gli orari dei traghetti per la Tunisia.

Informazioni utili
Alcune zone della Tunisia sono purtroppo ancora teatro di occasionali conflitti: vi invitiamo pertanto ad evitare viaggi nelle aree interne centro-occidentali (in particolare a ridosso del confine con l’Algeria) e meridionali del Paese
Altra raccomandazione è quella di tenersi costantemente informati attraverso i mezzi di informazione locali ed internazionali per conoscere in anticipo, nel limite del possibile, eventuali problematiche legate alla situazione di sicurezza e di mobilità nel Paese. Non mettersi in viaggio nelle ore notturne a causa del rischio di diventare bersaglio di possibili azioni criminose (blocchi stradali finalizzati a perpetrare rapine a mano armata) e della pericolosità connessa alla guida, soprattutto nelle strade secondarie. Per informazioni sulla sicurezza, potete consultare il sito www.viaggiaresicuri.it le notizie vengono infatti regolarmente aggiornate dal Ministero degli Affari Esteri/Unità di Crisi e dall’Ambasciata d’Italia a Tunisi.

Nella foto in alto Cartagine | Le rovine di Cartagine, fondata nel 814 a.C. da coloni fenici. Cartagine divenne una delle città più potenti e influenti del Mar Mediterraneo tanto da scontrarsi con Roma. Le guerre puniche, da cui i romani uscirono vittoriosi, sancirono la distruzione di Cartagine nel 689. Dal 1979 è stata inserita nel Patrimonio Unesco dell’Umanità.

Questa meta è tra le più consigliate anche per le “Vacanze a settembre

Pubblicato da Anna De Simone il 31 agosto 2013