Cosa visitare a Praga



Praga, capitale della Repubblica Ceca, vanta un paesaggio di rara bellezza, tanto che la rendono tra le città più gettonate dal turismo di tutto il mondo; è anche una delle mete predilette per i viaggi di nozze.
Le cose da visitare sono tantissime, dai ponti ai monumenti, dai palazzi ai musei: sono visitabili a piedi. A tal proposito ecco cosa visitare a Praga.

Cosa visitare a Praga, le attrazioni

  • Il quartiere ebraico è il vecchio cimitero ebraico; fa impressione la quantità di lapidi accatastate, posizionate in questo modo perché non c’era spazio a sufficienza per seppellire tutti gli ebrei deceduti a Praga.
  • Klausen è il luogo dove sono custoditi gli oggetti ebraici antichi, i cimeli del campo di concentramento di Terezin, i testi in ebraico e tante altre cose. Nell’Alta Sinagoga c’è un negozio che vende alcuni ricordi di questa visita.
  • Città Vecchia è la zona più antica area della città di Praga; da ammirare il Ponte Carlo, dal quale si entra nel centro della città. All’interno vi sono tanti edifici storici e simbolici di Praga. Il tempio Tyn è uno dei monumenti più eccezionali per via delle sue due torri di 80 metri di altezza.Ma l’attrazione più popolare è il Municipio della Città Vecchia con la sua torre di 60 metri e l’Orologio Astronomico, uno dei più conosciuti al mondo.
  • Il Castello di Praga è uno degli edifici simbolo della città. Fu costruito nel 870 ed era una fortezza importante. All’interno si trova L’Alchimia, la Cattedrale di San Vito, che è la più importante di Praga e il vicolo Oro Este, uno dei posti più visitati.
  • Nel centro della nuova città c’è l’immensa piazza Venceslao; l’opera più eclatante in questa piazza è la statua di san Venceslao a cavallo. Di fronte alla piazza c’è il Museo Nazionale, dove è possibile ammirare numerose collezioni di minerali, zoologia, paleontologia e una esposizione di medaglie e trofei, più tante altre cose.
  • Da non perdere il teatro Nero, molto diverso dagli altri, dato che sia gli attori che lo sfondo sono di colore nero. L’opera si svolge in questo scenario, si utilizzano oggetti illuminati, fluorescenti e corde per simulare gli attori di volo.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 13 febbraio 2014