Croazia in auto, consigli utili


I laghi di Plitvice, Spalato, Korcula, Dubrovnik… chi non desidera visitare queste mete croate?! Il modo più comodo per effettuare un itinerario completo della Croazia prevede il viaggio in auto. Si può raggiungere la Croazia direttamente in auto, oppure in treno o aereo per poi noleggiare un’auto sul posto.

Per chi risiede nell’Italia settentrionale, la soluzione più conveniente consiste nel raggiungere la Croazia direttamente in auto. Chi invece parte dal meridione può imbarcarsi per la Croazia con auto a seguito, le tariffe non sono poi così proibitive, anzi, se confrontata al noleggio, il viaggio in nave con auto a seguito risulta di gran lunga più economico.

Prima di fissare la data di partenza, date un’occhiata alle promozioni della Snav, talvolta possono capitare delle offerte vantaggiose. I traghetti per la Croazia partono da Ancona e arrivano a Spalato. I passeggeri possono imbarcare auto, moto o camper. Il servizio della Snav è offerto dal 27 aprile fino al 6 ottobre. I documenti necessari per imbarcare la propria vettura sono:
-carta di circolazione della vettura (originale, non fotocopiata)
-documento di identità valido per l’espatrio

Per calcolare le spese di viaggio vi rimandiamo a questa pagina: in Croazia tutte le autostrade sono a pedaggio così come il tunnel che collega Fiume con l’Istria e la strada fra Delnice e Fiume e il ponte che porta all’isola di Krk.

Calcolate le spese legate al pedaggio dei percorsi previsti dal vostro itinerario e sommateli alle spese carburante. Ricordate che sulle autostrade della Croazia le stazioni di rifornimento e di servizio sono poco e molto distanti tra loro, pertanto effettuate il pieno quando potete. Un altro consiglio prezioso per chi vuole spostarsi in auto per le strade della Croazia, è quello di fare attenzione alla segnaletica.

Le indicazioni stradali possono essere scritte sia in nominativo che in genitivo (i nomi delle destinazioni iniziano nello stesso modo ma differiscono per le desinenze, la parte terminale della parola), così il nome della città che leggete sul segnale, potrebbe differire da quello presente sul vostro itinerario o stradario.

 

Pubblicato da Anna De Simone il 27 agosto 2013