Parigi in 3 giorni, cosa vedere


Cosa si può visitare a Parigi in 3 giorni? La rete è piena di itinerari di Parigi da portare a compimento nel giro di tre giorni. La verità è che 3 giorni, per visitare Parigi, sono davvero pochi, così ognuno dovrebbe -cartina alla mano- realizzare il proprio itinerario personalizzato di Parigi tendendo conto della posizione in cui alloggia, dei mezzi di trasporto a disposizione e soprattutto dei propri gusti personali. 

Visitare Parigi in 3 giorni significa fare grossi tagli, chi mai vorrebbe sacrificare una gita in battello sulla Senna per poi consumare il pranzo sulle sponde del fiume fino a vederlo cambiare colore con il calar del sole? Stupendo vero? Eppure, chi visita Parigi in 3 giorni non può concedersi tutta questa calma e quindi… ecco un piano di battaglia per visitare alcune delle maggiori “località d’interesse” della città.

Parigi in 3 giorni – Il primo giorno
Il Louvre con la sua Monna Lisa, la sua piramide in vetro e il vicino Giardino delle Tuileries, ubicato tra il famosissimo museo e la Place de la Concorde (piazza della Concordia), ai piedi degli Champs-Elysées. Dopo aver visitato il Louvre e gli adiacenti Giardini si potrà proseguire per gli Champs-Elysées ma solo dopo aver assaggiato il leggendario cioccolato della La Maison du Chocolat, al 99 di rue de Rivoli.

Gli Champs Elysées possono regalarvi un’ottima occasione di shopping: se siete un/una fashion victim… attenzione al portafogli! Il viale è zeppo di luxury brand… per fortuna non mancano un paio di negozi più accessibili. Gli amanti del dolce dovranno assaggiare i famosi Macarons di Laudrée, sul lato sud degli Champs Elysées.

Gli Champs Elysées vi condurranno fino all’Arc de Triomphe: attenzione quando attraversate la strada! La rotonda è piuttosto insidiosa da attraversare e le vetture non vi renderanno di certo la vita facile. Chi vuole salire in cima all’Arco di Trionfo dovrà sborsare 9 euro: bellissima la vista dall’alto della stella a cinque punte, meglio non dimenticare la macchina fotografica! Attraversate la Senna e godetevi la vista della Torre Eiffel.

Parigi in 3 giorni – Il secondo giorno
Il quinto “arrondissement” è il quartiere più giovane di tutta Parigi. Il quartiere latino ospita un gran numero di giovani studenti ed è facile fare amicizia all’ingresso dei bar… concedetevi una passeggiate lungo l’affascinante rue Mouffetard, la strada che vi condurrà nel viale francese di Saint-Michel, la quintessenza di Parigi: librerie, famosissime caffetterie, piccoli shop… Dall’altra parte della Sanne c’è Pont Neuf con la Cattedrale di Notre Dame e, nel centro città, sulla Ile de la Cité. Di notte, lungo la Senna, si può osservare uno spettacolo di luci: ambientazione perfetta per una passeggiata romantica. Chi vuole gustare un ottimo gelato può sostera al Berthillon, 31 rue Saint-Louis en l’Ile.

Parigi in 3 giorni – Il terzo giorno
Montmartre, il quartiere artistico dove Van Gogh, Monet e Picasso passeggiavano e cercavano ispirazioni. Chi ama il trekking urbano può partire da questo quartiere, attraversare la Place du Tertre e raggiungere la collina della chiesa bianca del Sacro Cuore così da godere una vista mozzafiato dell’intera città. La Place Pigalle è l’epicentro del cabaret e non può mancare la visita a Le Mulin Rouge, il famoso quartiere a luci rosse parigino. Chi ama la cultura della vecchia Mulin Rouge può approfondirla nel Musée de l’Erotisme, ricco di manufatti a tema storici e contemporanei… il prezzo d’ingresso costa 10 euro ma in prevendita, acquistato sul portale del museo, si ha uno sconto di tre euro.

Ti potrebbe interessare anche Metro Parigi: consigli e prezzi

Visitare Parigi – GLI APPROFONDIMENTI

Pubblicato da Anna De Simone il 11 marzo 2014